Connettiti con noi

News

Corino: «Non ho paura del Cagliari, ma non sottovalutiamo la gara»

Pubblicato

su

L’ex giocatore biancoceleste Gigi Corino ha parlato della sfida tra Lazio e Cagliari: le sue parole sul match

Gigi Corino, ex biancoceleste, ha parlato ai microfoni di Radio Sei della sfida tra Lazio e Cagliari.

DIFESA – «Radu è un pezzo importante, ci manca. Non è che non ho fiducia in Hoedt, ma stavamo cercando di trovare un equilibrio anche dietro. Al massimo della condizione, tra noi e il Cagliari, la Lazio vince. Se la prendiamo con poca concentrazione, rischiamo, loro sono una buona squadra. Hanno giocatori importanti, che stanno facendo fatica ma da un momento all’altro posso tirar fuori la prova. L’importante è non sottovalutare la gara, in Serie A rischi con tutti. Non ho paura del Cagliari, la mia paura è la nostra squadra. Con l’atteggiamento giusto, ce la giochiamo con tutti»

LUIZ FELIPE – «Come caratteristiche si avvicina a me. Ma lui è più forte di me. È rapido, ma ogni tanto ha dei momenti importanti che in Italia paghi tantissimo. Se dovesse migliorare su questo aspetto, avrebbe tutte le carte in regola per diventare un giocatore importantissimo per la Lazio. La sfida di domenica è uno snodo importante».

MOMENTO – «Ci sono scontri diretti in questa settimana, per noi sarebbe importante vincere. Il campionato è anomalo, può succedere di tutto, ma non voglio sbilanciarmi. Muriqi? In partite un po’ complicate, potrà tornarci utile e risolverci qualche problema. Reina? È tanto importante per la Lazio. Quando chiama lui la palla, gliela lasciano tutti. Quando lo faceva Strakosha, qualcuno rinviava, altri mandavano la palla in calcio d’angolo. Lui però rimane comunque un patrimonio della società. Adesso le cose non stanno andando bene, ma ha dimostrato di essere un buon portiere. Considerando i portieri in Italia, Strakosha è tra i cinque/sei».