Connettiti con noi

Hanno Detto

Cordova: «Io come Pedro? No, per me fu diverso. Lo spagnolo invece…»

Pubblicato

su

L’ex Roma e Lazio Ciccio Cordova ha parlato ai microfoni de Il Messaggero del passaggio di Pedro dai giallorossi ai biancocelesti

Il passaggio di Pedro dalla Roma alla Lazio è senz’altro una rarità nella storia del calcio romano. A causa dell’accesa e risaputa rivalità, i casi di calciatori che sono passati da una sponda all’altra del Tevere fanno sempre discutere. Uno dei più famosi, se non il più famoso, fu quello di Ciccio Cordova, che nel 1976 scelse il biancoceleste dopo 9 stagioni in giallorosso.

L’ex centrocampista è intervenuto ai microfoni de Il Messaggero per parlare del suo caso e di quello di Pedro: «Sono due casi diversi, io ero una bandiera e capitano della Roma, anche se alla Lazio mi sono trovato benissimo. Il cuore però è sempre rimasto giallorosso. L’allora presidente Anzalone voleva vendermi a tutti i costi e aveva trovato l’accordo con il Verona. Rifiutai e per ripicca scelsi la Lazio. Lui fu felice di vendermi, all’epoca i calciatori non potevano scegliere, se non fossero arrivati i biancocelesti avrei potuto smettere. Fu un brutto colpo per me, un dolore che mi porto ancora dietro.

Pedro? Lui è spagnolo, non fa differenza giocare nella Lazio o nella Roma, è un professionista e si adatterà. Dopotutto ha vestito il giallorosso solo per un anno».