Connettiti con noi

Campionato

Conferenza Italiano: «Panchina d’argento? Ora penso solo alla Lazio»

Pubblicato

su

Vincenzo Italiano, tecnico dello Spezia, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Lazio. Le sue parole

Vincenzo Italiano, tecnico dello Spezia, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Lazio. Le sue parole.

LAZIO – «Torniamo in campo dopo la sosta. Abbiamo ritrovato tutti i nazionali fra ieri e oggi. In due allenamenti abbiamo cercato di preparare questa trasferta difficilissima contro una delle squadre più forti del campionato e contro una squadra che all’andata ci mise in difficoltà sotto alcuni aspetti che abbiamo cercato di curare e speriamo di non commettere quegli errori domani. La partita è difficile, riapre il campionato con ultime dieci sfide importantissime. Speriamo di rispondere presente».

VITTORIA CONTRO IL CAGLIARI – «La gara col Cagliari è stata una gara molto importante. Sono tre punti che chiaramente bloccano quel periodo un po’ negativo dal punto di vista dei risultato. Però, come ho sempre detto, i risultati non arrivavano ma le prestazioni erano sempre confortanti. Siamo contenti di aver ottenuto la vittoria e in questo momento si può ancora cercare di migliorare certi aspetti. Non si finisce mai di migliorare e dare importanza a tanti dettagli e si può fare anche adesso a dieci giornate dalla fine. Il nostro pensiero continuerà ad essere quello che ci ha permesso di ottenere 29 punti, sapendo che in tante situazioni possiamo cercare di essere più bravi. Soprattutto in momenti dove stacchiamo la spina e concediamo un po’ troppo all’avversario e in altri momento dove non riusciamo ad affondare il colpo. In ogni momento si può crescere e migliorare e noi cercheremo di farlo anche da qui alla fine».

PANCHINA D’ARGENTO – «Io mi tengo stretto l’affetto, la fiducia di questo popolo. Perchè in questi due anni si è creato davvero un rapporto speciale. Ne vado fiero e ne sono felicissimo. Per le difficoltà iniziali non pensavo si potesse arrivare a questo punto qua e invece quando si riesce ad instaurare questo tipo di affetto e questa stima reciproca è un qualcosa di impagabile per quelli che fanno il nostro mestiere. Per il resto sinceramente non mi interessa, penso solo a quella gioia che mi auguro possa arrivare per tutti. I premi individuali in questo momento non fanno parte del pensiero mio, del mio staff e di tutti quelli pensano solo ed esclusivamente ad un risultato finale collettivo e di squadra».

 

Advertisement