Conferenza Sarri: le parole del tecnico alla vigilia di Cluj Lazio
Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza Sarri: le parole del tecnico alla vigilia di Cluj Lazio

Pubblicato

su

Maurizio Sarri, tecnico della Lazio, presenta in conferenza stampa la sfida di domani in Conference League contro il Cluj

Maurizio Sarri presenta in conferenza stampa la sfida di domani tra Cluj e Lazio, gara valida per il ritorno degli spareggi di Conference League. Segui il LIVE dalle 18:

ROSA PER LA CONFERENCE – In questo momento no, noi abbiamo sette-otto assenze e siamo chiaramente in difficoltà. Non è un alibi ma una difficoltà in più. Se domani non siamo intelligenti… Loro sono più fisici e abituati a fare certe gare. Dobbiamo essere molto bravi mentalmente e poco superficiali. Ho paura che le percentuali di Dan non siano giuste. Nel torneo ci sono due-tre squadre di altissimo livello. Se penso al West Ham… Sono di grande livello anche se leggi la classifica di Premier pensi altro. C’è il Villarreal. Poi vengono fuori sempre sorprese. Ma pensiamo a domani, non a giugno.

OCCASIONE PER CHI HA GIOCATO MENO Se mi aspettavo qualcosa di importante da qualcuno che ho fatto giocare poco, lo avrei fatto giocare molto di più. Non mi deve dimostrare domani, ma tutti i giorni in allenamento. Ma abbiamo fatto giocare ventuno giocatori nelle ultime nove partite e siamo indicati come quelli che fanno meno turnover. Ormai si guardano solo le etichette.

CENTROCAMPO – Non mi ricordo chi ho fatto giocare. Vecino, Luis Alberto e Cataldi? Qualcuno lo cambierò, ma non tutti e tre sicuramente.

ASSENTI – Si parla di malanni stagionali, non infortuni. Milinkovic è tornato stamani al centro sportivo ma non era presentabile. Ha fatto solo palestra. Zaccagni ha la febbre, Romagnoli è in via di guarigione e lo aspettiamo in gruppo. Radu non ha fatto controlli, Pedro ha stasera un controllo e si spera anche la rimozione dei tampoli. Con la mascherina potrebbe tornare ad allenarsi in un paio di giorni. Marcos Antonio anche ha avuto febbre ma meno.

ARBITRAGGIO – Me lo aspetto sempre di livello. Poi a volte a fine partita sono costretto a dire il contrario. Non mi preoccupo mai a priori, ho scoperto di Abisso quando sono uscito in campo con la Salernitana. Domani non so di che nazionalità sia l’arbitro. Mi aspetto sempre bene ma a volte rimango deluso.

ANDATA – All’andata non ci hanno creato grandissimi problemi. Non so se cambieranno tatticamente, ma magari dal punto di vista dell’atteggiamento. Noi per una problematica non abbiamo potuto arrivare a un risultato più largo e il discorso qualificazione è aperto. Per questo domani dovremmo portarla dalla nostra parte, l’aspetto fisico sarà importante.

IMMOBILE TITOLARE – Non dico mai la formazione ai giornalisti italiani, non la dico qua in Romania. Non l’ho detto ai ragazzi, non lo dico ai giornalisti. Petrescu dice che avrà più possibilità se non gioca Immobile? Penso abbia ragione.

MALE NELLE TRASFERTE EUROPEE Quando si perde lo notate tutti. In campionato siamo stati 11 mesi senza perdere in trasferta ma nessuno ne ha parlato. La constatazione è vera, ma non so dirti i motivi altrimenti avrei preso le contromisure. In Europa se sbagli approccio alla partita perdi con tutti.

CONDIZIONI DEL CAMPO – Non è che si può fare eccessi di critiche visto come sta il nostro, però… Ho visto le partite gioicate qui 15 giorni fa e c’era neve e ghiaccio. Il campo ne ha risentito. Non è di altissimo livello ma mi aspettavo di peggio.

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.