Conferenza stampa Inzaghi: «Non dobbiamo essere Immobile-dipendenti. Lukaku? Contento sia tornato da protagonista»

inzaghi lazio
© foto Db Firenze 27/10/2019 - campionato di calcio serie A / Fiorentina-Lazio / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

FORMELLO / Alla vigilia di Lazio-Torino, come di consueto, in conferenza stampa mister Simone Inzaghi risponderà alle domande dei giornalisti

Turno infrasettimanale per la Serie A, si torna subito in campo. Mercoledì allo stadio Olimpico di Roma alle ore 21.00 si gioca Lazio-Torino, match valido per la 10^ giornata di campionato. Alla vigilia della partita il tecnico Simone Inzaghi interverrà in conferenza stampa per rispondere alle domande dei media.

FIORENTINA – «Abbiamo vinto una partita molto importante sopratutto per la nostra classifica. Come a Glasgow anche a Firenze abbiamo fatto un’ottima gara con qualche errore che dobbiamo cercare di migliorare. Spesso ci si sofferma troppo sul risultato. Abbiamo avuto poco tempo dopo Glasgow per preparare la gara ma ho fatto i complimenti ai ragazzi».

CRITICHE«Le critiche ci sono per tutti gli allenatori, dobbiamo capire da chi arrivano. Abbiamo fatto ottime annate ma c’è sempre stato qualcosa che non andava. Un allenatore deve andare avanti con le proprie idee cercando di fare meno errori possibili. Importante credere in ciò che si fa e trasmetterlo ai ragazzi».

IMMOBILE – «Ancora non ho notizie per Immobile. Abbiamo fatto lo scarico ieri da Firenze siamo tornati tardi. Sul campo ho visto solo chi ha riposato e i subentrati. Tra oggi e domani mattina valuterò, ormai siamo abituati. Leiva e Immobile hanno qualche acciacco».

JONY – «Jony è un ragazzo che ha tanta voglia e capisce velocemente. È molto positivo all’interno del gruppo. Secondo me fa molto bene il quinto, ho bisogno del suo tempo».

CAMBIO MILINKOVIC-PAROLO – «Milinkovic era un po’ stanco dalla partita di Glasgow, non volevo abbassare la struttura della squadra, c’erano anche Cataldi e Berisha però poi ho scelto Parolo».

CAICEDO«Caicedo fa sempre la sua parte, voglio gol dai difensori e dai centrocampisti il nostro obiettivo è non essere Immobile-dipendente anche se sappiamo quanto vale per noi Ciro».

LUKAKU – «Sono molto contento che sia tornato da protagonista. Su di lui punto tantissimo, ora tocca a lui non mollare di un centimetro e troverà il suo spazio viste le sue qualità».

BERISHA – «Berisha si sta allenando nel migliore dei modi. Il suo problema e che ha tanta concorrenza in quel ruolo, toccherà a lui cercare di prendere al volo le possibilità che avrà. Siamo in una squadra in cui ci sono dei giocatori che mi stanno soddisfacendo ma a lui non posso dire nulla».

RIGORI – «Immobile e il nostro rigorista. Era già successo due anni fa con Keita che gli chiese il rigore e anche questa volta ha ceduto il suo posto. Poi purtroppo Caicedo l’ha sbagliato ma lo scorso anno ne ha segnato uno ad Empoli che ci ha permesso di vincere».

IMMOBILE – BELOTTI«Domani sarà una partita difficilissima. Avversario molto fisico che in questi anni ci ha sempre dato filo da torcere. Più di due anni che lavorano con Mazzarri. Belotti e Immobile sono due ottimi giocatori, speriamo che domani Ciro possa fare meglio di lui».