Connettiti con noi

Hanno Detto

Immobile: «Giusto che il presidente ci abbia strigliato, credo in Sarri»

Pubblicato

su

Ciro Immobile, bomber della Lazio, ha parlato durante la cena di Natale della squadra biancoceleste: ribadita la fiducia in Sarri

Ciro Immobile ha parlato durante la cena di Natale della Lazio. Ecco le sue dichiarazioni riprese da Lazio Style Channel:

«A innaffiare tutti sono stati Luis Alberto, il presidente e il mister. Sono contento del discorso del presidente per la fiducia che è stata rinnovata al mister, non che ce ne fosse bisogno, ma sentirlo direttamente da lui è meglio. La squadra si può concentrare soprattutto sul campo e non pensare ad altre cose. La strigliata ci sta tutta, è la prima volta che mi capita. Siamo una grande famiglia e un padre deve usare delle volte parole forti. Il bastone serve, solo la carota non va bene. Indirettamente lavora sulla squadra e lo può fare solo così. Deve prendere le redini e girare la barca rispetto a dove sta andando ora. Non ci sono da fare drammi, ma serve fare di più. Non è una frase fatta. Non siamo per niente contenti di ciò che abbiamo dimostrato finora. Ci manca la continuità, far divertire la gente, quello che ci ha sempre contraddistinto in questi anni. Ben venga questa strigliata, come un padre che striglia i propri figli. Non ha brutte intenzioni, cerca di stimolarci. Dai tifosi ci aspettiamo sempre sostegno, noi dobbiamo dargli qualcosa in cambio. La gente vuole divertirsi, in tutte le trasferte ci hanno sostenuto dall’inizio alla fine. Abbiamo tutte le carte in regola per poter fare meglio, adesso bisogna dimostrarlo. Rimango fiducioso, serve tornare tutti insieme sulla stessa barca. Volevo mandare un saluto alla mia famiglia che ci sta guardando e auguro ai tifosi della Lazio un felice Natale e anno nuovo, sperando ci siano tanti successi per noi. Si, sono rimasto male perché non sono riuscito a dedicare un gol a mia madre tra Galatasaray e Sassuolo. Mi farò perdonare sicuramente».