Connettiti con noi

News

Cataldi scudiero di Luis Alberto: la crescita di Danilo può aiutare il dieci

Pubblicato

su

Sarri sembra essere l’allenatore giusto per la definitiva consacrazione di Cataldi: la sua crescita fondamentale anche per Luis Alberto

Danilo Cataldi contro la Fiorentina ha giocato la miglior partita della sua carriera con la maglia della Lazio. Il ruolo di regista disegnatogli da Sarri gli calza a pennello e i numeri parlano chiaro: 91% di passaggi riusciti e 6 intercetti di cui 3 hanno dato vita a ripartenze pericolose. Danilo, che fino ad ora era sempre sembrato accontentarsi delle proprie prestazioni altalenanti, sembra aver trovato l’allenatore giusto col quale fare il definitivo salto di qualità per puntare addirittura alla Nazionale.

Ne è convinto il Messaggero secondo cui la presenza di Cataldi (un simil Jorginho, con le dovute proporzioni) potrà agevolare anche Luis Alberto. Dopo le tre panchina consecutive, lo spagnolo ha risposto alla grande contro la Fiorentina partendo piano come tutta la squadra ma crescendo alla distanza toccando tanti palloni di qualità (84% di passaggi riusciti) e staccando addirittura Milinkovic per i chilometri percorsi a fine partita. Al termine della sfida il tecnico e il numero dieci biancoceleste si sono quasi abbracciati, col toscano che gli ha urlato “Che partita che hai fatto“. Con l’Atalanta Luis andrà di nuovo in panchina, stavolta accogliendola di buon grado vista la stanchezza accumulata nella gara di mercoledì. Entrerà a gara in corso per dare quella qualità di cui la Lazio non può fare a meno. Con Cataldi al suo fianco la storia tra l’ex Liverpool e i biancocelesti potrebbe di nuovo prendere quota.