Connettiti con noi

Hanno Detto

Caso tamponi, il dott. Pulcini: «Punto all’assoluzione completa»

Pubblicato

su

Caso tamponi, il dott. Ivo Pulcini ha commentato la sentenza della Corte Federale: ecco le sue parole

Dopo l’ennesima sentenza sul caso tamponi, emessa dalla Corte Federale d’Appello della FIGC, il medico Ivo Pulcini – squalificato per cinque mesi – ha commentato così la decisione: «La vittoria è vicina, noi puntiamo alla totale cancellazione perché non esiste nessun reato. Mi ritengo molto soddisfatto, partiamo da una causa pesante grave che non esiste. Punto all’assoluzione completa perché so di aver fatto il mio dovere da medico. Non c’è stata nessuna disposizione della Asl che mi diceva di tenere Immobile fermo. Un medico non può essere delegittimato da un tampone, è una follia».

«Il ricorso al Collegio di garanzia per me è necessario perché voglio l’assoluzione, ho fatto il mio dovere e voglio che venga riconosciuto. Io sono abituato a lottare fino alla fine. Ho sempre avuto il rispetto della Procura e dei ruoli. Voglio che venga legittimato il mio ruolo di medico. Da questa vicenda ne ricavo che c’è stata tanta confusione. Esiste il malato ma non la malattia. Il protocollo o un tampone non può sostituire il medico». Si legge su Sportface.it.