Lazio, Casiraghi «Non esiste nessun altro derby come quello di Roma»

casiraghi
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio,la parole di Casiraghi in merito al derby della Capitale in programma domenica alle ore 18:00

Quanti ne ha giocati e quanti ne ha vinti l’ex bomber dell’epoca Cragnotti, oggi come allora tifosissimo della Lazio, non si è sbilanciato, ma ha raccontato di come arrivano le due squadre alla partita di domenica.

«Come sarà questo derby? Molto interessante. La Lazio è la squadra più in forma del campionato che sta disputando al di là delle più rosee previsioni, anche a Napoli avrebbe meritato di vincere. A sua volta la Roma sta facendo discretamente bene. Sia Lazio che Roma hanno due ottimi allenatori, sarà una bella partita: entrambe hanno giocatori di qualità. Lo vedo molto aperto come derby, giocato senza paura, sperando che vincano i bianococelesti…» .

I DERBY VISSUTI DA CALCIATORE «Ho giocato quelli di Torino e quelli di Londra, che sono divesi perché ce ne sono troppi, sentivo un po’ di rivalità solo con il Tottenham. Ma quelli di Roma sono i derby più sentiti, come quello di Genova, la rivalità è fortissima. Del resto per tanti anni la stracittadina è stato l’unico obiettivo stagionale, la storia dice che per Milan, Inter e Juve è diverso».

LA COPPA ITALIA «Secondo me sia Napoli-Lazio che Juventus-Roma non sono state partite influenzate dal derby di questa domenica, anche se nella testa di entrambe la priorità era al campionato. La Lazio poi si gioca lo Scudetto, è lì. Inzaghi? È arrivato alla Lazio un anno dopo il mio addio, lui ha fatto molto bene anche come bomber, era simile al fratello, anche se meno affamato di gol e più portato a giocare per la squadra. Lo vedo come un allenatore molto equilibrato, attento anche alla fase difensiva, mi ricorda Ancelotti».

SUGLI INFORTUNI «Per la Roma pesano quello di Diawara, che ricopriva gli stessi compiti di De Rossi, e di Zaniolo. Dall’altra parte, se Simone dovrebbe recuperare Luis Alberto e Correa. Il Tucu ti dà l opportunità di attaccare in modo diverso e togliere pressione a Immobile, poi Luis è un grande giocatore».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy