Connettiti con noi

Hanno Detto

Guerra Ucraina, De Pena di nuovo a casa: «Pensavo di non uscirne vivo»

Pubblicato

su

Carlos De Pena è tornato a casa. Il centrocampista della Dinamo Kiev ha raccontato su Instagram la brutta esperienza vissuta

Parole di paura e un incubo quello in cui si è trovato Carlos De Pena assieme ai suoi compagni di squadra e a tutta l’Ucraina. Il centrocampista della Dinamo Kiev è riuscito a tornare in patria e ha pubblicato un post su Instagram riguardo alla situazione vissuta nei giorni scorsi. 

Un estratto del posto di De Pena: «Abbiamo superato la notte in un piano interrato dell’hotel, dotato di una struttura anti-bombardamento. La preoccupazione era tanta, secondo le autorità non c’era possibilità di scappare. Era molto rischioso lasciare Kiev ed eravamo un gruppo di 40 persone. Quella notte i russi si trovavano appena fuori dalla capitale, minacciavano di prenderla. Una notte difficile, ho pianto dalla paura. Voglio pregare per i miei compagni di squadra in Ucraina e le loro famiglie e per tutto il popolo ucraino che sta soffrendo. La solidarietà degli ucraini è degna di ammirazione. Chiedo la PACE, la fine di questo incubo. E non smetterò mai di ringraziare, perché nel profondo, pensavo che non sarei mai uscito vivo da lì. Viva l’Ucraina».