Carboni su Mendieta: «Alla Lazio non riuscì ad ambientarsi, tutto diverso dalla Spagna»

Mendieta
© foto Twitter @GaizkaMendieta6

Carboni, l’ex calciatore del Valencia ha parlato delle grandi differenze che ci sono tra il calcio in Italia e in Spagna

Mendieta è stato uno degli acquisti più onerosi della storia della Lazio anche se poi alla fine dei fatti non è riuscito ad incidere in Serie A. L’ex calciatore del Valencia Amedeo Carboni ha spiegato il perché al portale 90min.

«La mia opinione è che per un calciatore spagnolo in Italia è molto complicato adattarsi mentalmente. È difficile sopportare la pressione dei media, che mai ho visto così forte in Spagna. La Spagna per gli italiani era un paradiso. Senza dubbio. Mi ci sono voluti due mesi per capirlo. Ero sempre in silenzio a pranzo prima della partita, sull’autobus. Non in Spagna. In Spagna c’era musica, battute, saltavi sull’autobus. Giocare contro il Madrid, contro l’Estremadura, contro l’Albacete era lo stesso. Un’atmosfera molto allegra, in stile sudamericano, molto brasiliana. In Italia, no. Per un calciatore spagnolo è molto complicato, è tutto molto chiuso. Si vive tutto troppo intensamente e i giocatori non possono mostrare le loro qualità. In Italia c’è paura del fallimento, in Spagna non l’ho mai sentito, questa la verità».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy