Calori: «Io trattato quasi da eroe. Tanto affetto dai tifosi della Lazio»

© foto www.imagephotoagency.it

Calori, di fatto fu proprio lui a segnare la rete decisiva che permise al Perugia di battere la Juventus e alla Lazio di vincere lo scudetto

Dai tifosi laziali è considerato l’eroe. Fu proprio grazie alla rete di Alessandro Calori che infatti il Perugia riuscì a battere la Juventus in quel 14 maggio del 2000. Ecco le parole dell’ex calciatore ai microfoni di Lazio Style Radio.

«Mi cercano ovunque. Post di Materazzi? Marco è una persona che ha grande cuore. Può darsi che abbia lui il pallone, quello finale lo prese sicuramente. Non segnavo molto, è vero, ma quell’anno lì segnai cinque gol. Quel finale di campionato è stato come un film. Mazzone fece una battuta ‘Per far vincere lo scudetto alla Lazio ci doveva pensare un romanista’. Era fantastico. Dell’affetto dei tifosi mi sono accorto negli anni, in ogni momento c’è sempre stata questa riconoscenza, anche qualche invito. Quando entravo sembrava fossi un eroe. Mi chiedo ‘ma io cosa c’entro’. È bello vedere la passione. Io a Juventus-Lazio? Magari gli viene paura, dici? (ride, ndr)».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy