Connettiti con noi

News

Cagliari, Zenga provoca: «All’andata con la Lazio ci furono i supplementari»

Pubblicato

su

Walter Zenga è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida di domani sera contro la Lazio.

Il tecnico del Cagliari Walter Zenga è intervenuto nella consueta conferenza di vigilia del match di Serie A in programma domani sera alle 21.45. La sfida dell’Olimpico con la Lazio sarà il posticipo di giornata e seguirà ad Udinese-Juventus. Ecco in sintesi le parole dell’allenatore degli isolani.

 

«Vogliamo finire in bellezza come comportamento e nel rispetto del blasone del Cagliari. L’atteggiamento timido contro il Sassuolo nel primo tempo? Mah, non era certamente paura ma rispetto per un avversario che ha statistiche impressionanti per possesso e tiri in porta, sono sotto gli occhi di tutti.

Cagliari più fresco della Lazio? Un giorno in più di riposo non fa la differenza. Non cerco mai alibi, ma di certo l’assenza di Nainggolan ha un peso enorme per una squadra come il Cagliari, ma il recupero di Ionita è importante, fermo restando che il giovane Ladinetti ha fatto una buona partita col Sassuolo. Cigarini non sarà convocato, non sono autolesionista nel non convocare un giocatore in un reparto che ha uomini contati, chiedete alla società. Pereiro?  Giocare con lui e due punte forse è troppo dispendioso, meglio come seconda punta, quel ruolo lo ha fatto anche in Europa. 

La Lazio? La partita dell’andata l’ho vista in diretta, una delle poche gare di Serie A con i tempi supplementari. Non ho bisogno di usarla come sprone, devi giocare sempre con attenzione. La Lazio fino al lockdown era la migliore insieme all’Atalanta, poi ha avuto un calo ma ora recupera tanti giocatori.Inzaghi sta facendo un gran lavoro nel corso degli anni, sarà sicuramente una bellissima partita. Contro la Juventus abbiamo visto una Lazio in partita fino alla fine. In questo periodo a parte Milan e Sassuolo tutte le squadre sono stanche, basta guardare le partite».

 

Advertisement