Bizzarri svela i motivi dell’addio: “Fui degradato perchè davo fastidio al titolare”

© foto www.imagephotoagency.it

Anche lui ha scritto la storia della Lazio. Albano Bizzari vestiva i panni di dodicesimo l’anno del 26 Maggio, scendendo spesso e volentieri in campo per i vari infortuni di Marchetti. Il portiere argentino, come raccontato dalla rassegna stampa di Radiosei, a distanza di tre anni svela il motivo del suo addio: “Perché il Chievo? Venivo da un periodo terribile: alla Lazio, Reja mi degradò a terzo perché da secondo davo fastidio al titolare, sono stato fatto fuori per motivi politici e questo mi ha fatto male. Quando mi hanno chiamato dal Chievo ho chiesto solo la promessa di un’opportunità. Così è stato“.