Connettiti con noi

Campionato

Venezia, Bertolini: «C’è rammarico, la Lazio ha avuto sempre il pallino del gioco»

Pubblicato

su

Alberto Bertolini ha parlato nel post partita di Lazio-Venezia ai microfoni di Sky Sport. Le sue dichiarazioni

Alberto Bertolini, vice allenatore del Venezia, ha parlato nel post partita di Lazio-Venezia. Le sue dichiarazioni.

MATCH – «Siamo stati solidi, non sono soddisfatto per il risultato. Abbiamo fatto una partita prettamente difensiva, volevamo essere più pericolosi ma la Lazio non ce l’ha permesso. Dovevamo sfruttare le poche chance che la Lazio ci ha concesso, loro hanno sempre avuto la partita in mano. C’è rammarico».

FUTURO – «C’è tutto il campionato nei prossimi impegni. Volevamo dare una sensazione di squadra e rendere la vita dura alla Lazio. Ora arrivano gli scontri diretti e per una squadra come noi sono fondamentali».

VANTAGGIO DILAPIDATO «Non ci siamo mai sentiti al sicuro, non possiamo permettercelo. In un certo periodo abbiamo incontrato squadre di alto livello ed è stato difficile fare punti, abbiamo buttato via punti che sarebbero stati fondamentali per noi. Questa partita ci deve dare la forza per affrontare le prossime sfide, dobbiamo prendere coraggio».

CRESCITA OFFENSIVA – «Siamo una squadra che non crea poco, dobbiamo essere più concreti e avere più killer instict. Gli episodi dobbiamo essere bravi a farli girare dalla nostra parte, i pochi gol che facciamo devono valere tanto»

Bertolini a DAZN

GARA – «Non sono soddisfatto perchè abbiamo perso, volevamo venire a Roma ed essere solidi. Lo siamo stati per 90 minuti e un rigore ha deciso la partita. Ovviamente la Lazio ha avuto il dominio del gioco ma potevamo fare meglio in alcune ripartenze. Abbiamo messo anche qualche attaccante in più ma è andata così».

COMPATTEZZA – «A parte i numeri e i moduli, dobbiamo essere solidi e far fruttare i gol che facciamo. Non ne stiamo facendo molti ma adesso incontreremo squadre del nostro livello e dovremo mostrare solidità. Usciamo dall’Olimpico con una sensazione di compattezza, peccato per il risultato».

RIPARTENZE – «Dovevamo essere compatti perchè è difficile limitare la Lazio, dovevamo avere gamba per ripartire, lo abbiamo fatto qualche volta ma ci è mancata incisività negli ultimi 16 metri».

SALVEZZA – «Ci crediamo perchè abbiamo l’obiettivo della salvezza vicino. Le altre squadre non sono lontanissime, sappiamo che dobbiamo migliorare nei dettagli ma proprio perchè abbiamo fatto una vittoria sola nelle ultime 15 partite rimanendo ancora in corsa ci da fiducia già per la prossima partita».