Connettiti con noi

Hanno Detto

Signori: «Immobile è fantastico, quando dicono che è scarso impazzisco»

Pubblicato

su

Signori ha esaltato il record raggiunto da Ciro Immobile: con 160 goal il bomber è diventato il più grande marcatore della storia della Lazio

Beppe Signori, storico bomber della Lazio, in una bella intervista a Il Messaggero ha fatto i complimenti a Ciro Immobile per aver superato Piola ed essere così diventato il marcatore principe della storia della Lazio.

SUL RECORD DI IMMOBILE – «Sono davvero felice per lui, felicissimo e non sono certo parole di circostanza. Quando giocavo io e vedevo Piola lassù, sembrava irraggiungibile. Ciro è stato fantastico e se lo merita perchè è un grande giocatore e un bravissimo ragazzo. Non lo conosco, ma si vede chiaramente che lo è, basta vedere come gioca, come si mette a disposizione degli altri. E poi è sempre sorridente. Mi piace tanto».

SUL FATTO DI PROVARE INVIDIA – «Assolutamente no, e perchè mai? Sono contento di quello che ho fatto e che ho dato per la Lazio. Sono ancora legatissimo ai tifosi. Ciro se lo merita anzi, stramerita».

SULL’IMPORTANZA DI QUESTO RECORD – «Verissimo. Credo proprio che abbia fatto qualcosa di straordinario. Ognuno di noi, quando è piccolo, ha dei sogni e, quando fai il calciatore e l’attaccante battere i record è uno di quelli. Dio mio, quando sento che qualcuno lo definisce scarso rabbrividisco e ho pena per lui. Dei matti da legare. Uno può dire tutto eh, quando fai 160 gol con una sola maglia non si possono affermare certe cose. È un campione. E la cosa bella è che davanti ha ancora tanti anni, p giovane e, non gliela voglio tirare, ma può arrivare a 200 goal tranquillamente».

SU COME POSSA SENTIRSI IMMOBILE – «È il coronamento di tutti i sacrifici che hai fatto per arrivare fino a lì, sin da quando sei bambino. Per te e le persone che ti sono state vicine. So bene cosa può provare ed è una sensazione bellissima. Quasi di completezza».

SULLE SUE CARATTERISTICHE – «È un giocatore completo, ha una buonissima tecnica di base destro e sinistro, è bravo di testa, sa leggere bene le partite e i momenti delle partite. Non è da tutti. Credo che debba dare anche un pò di merito a Zeman per quei movimenti che fa, i tagli, la ricerca dello spazio, per me, sono anche frutto di un insegnamento che ha avuto col boemo. Per me fu fondamentale, ma un pò anche per Ciro».

SU COME SAREBBE STATA L’EVENTUALE COPPIA SIGNORI-IMMOBILE – «L’ideale. Saremmo stati una coppia perfetta, giuro. Per i tifosi della Lazio, forse la coppia dei sogni».

SUL E SEGNA SEMPRE LUI – «Quella è mia, solo mia».

SUL RITORNO ALLA LAZIO – «Arriverà presto, magari insieme a Ciro. Sarebbe stupendo, anche se non so se reggerò l’emozione».