Ballotta: «Inzaghi studia ogni dettaglio dell’avversario. Quella vittoria contro il Marsiglia…»

ballotta
© foto Lazio News 24

Marco Ballotta racconta Inzaghi. Da giocatore ad allenatore, l’ex portiere biancoceleste analizza le caratteristiche di Simone

Inzaghi torna in Europa. Ha affrontato la competizione da giocatore e ne ha calcato i campi con la maglia biancoceleste addosso. Ora, torna sul rettangolo verde con giacca e cravatta per organizzare la sua Lazio e strappare la prima vittoria del girone al Vitesse. Ad accompagnarlo, oltre allo staff, anche la sua precisione ed attenzione ai dettagli, caratteristiche che lo distinguono da sempre, come conferma Marco Ballotta attraverso Sky Sport: «Già da giocatore studiava ogni minimo particolare di qualsiasi avversario, anche se la partita contava poco. Ma era anche uno pronto alla battuta. A volte ne sparava talmente tante che quasi si faceva fatica a credergli». E poi sulla partita di giovedì: «Probabilmente dormirà poco come ha sempre fatto prima di ogni gara, ma è abituato a palcoscenici del genere, non sarà una novità per lui».

MARSIGLIA – E quei quattro gol al Marsiglia… «Come festeggiammo? Ha giusto offerto da bere alla squadra, ma quello era il minimo. Quella sera ne avrebbe potuti fare molti di più e forse era anche un po’ dispiaciuto per questo».

Articolo precedente
Tegola in casa Vitesse: Fraser perde Serero in vista della Lazio
Prossimo articolo
Van Hintum (capo scouting Vitesse): «L’umiltà non serve! Abbiamo qualità, la squadra è equilibrata»