Atalanta, Freuler: «Con la Lazio una partita intensa. Chi mi preoccupa di più? Dico Caicedo…»

© foto www.imagephotoagency.it

Nel giorno di Atalanta-Lazio ed alla fine della stagione, Remo Freuler ha fatto un bilancio dell’annata a due quotidiani svizzeri

Nel giorno di Atalanta-Lazio, la finale di Coppa Italia che si giocherà questa sera allo stadio Olimpico di Roma, Remo Freuler è stato intervistato dai quotidiani elvetici Sudostschweiz e Sankt Galler Tagblatt, dove ha fatto un bilancio della stagione che si appresta a concludere: «Coppa Italia o quarto posto? I tifosi, se dovessero scegliere, punterebbero tutto sulla prima. Noi proveremo a conquistare entrambe le cose. Successo? Il lavoro di Gasperini è determinante per le nostre prestazioni. Durante la settimana ci fa lavorare duramente e questo ci permette di esserci fisicamente per tutti i novanta minuti. Tanto lavoro ci porta a esprimerci così ad alti livelli per novanta minuti, la tenuta fisica è sicuramente uno dei nostri segreti».

LAZIO – «Con la Lazio sarà una partita intensa come è accaduto due settimane fa. Il match di campionato ci ha dato degli spunti per affrontare al meglio questa finale. Stasera sarà una sfida equilibrata e sarà importante non subire gol. Insomma non dobbiamo ripetere la partenza ad handicap avuta in campionato perché in una finale è tutto diverso e potrebbe costare carissimo andare sotto. La Lazio ha tante qualità, soprattutto in attacco, e sarebbe sbagliato concentrarsi su un solo giocatore. Se devo guardare l’ultimo scontro diretto, Caicedo ci ha messo davvero in difficoltà. Sa tenere palla, ha mostra fisicità e non sarà facile difendere contro di lui. Anche Immobile e Correa, però, sono pericolosi e vanno tenuti d’occhio».

FUTURO – «Futuro? Non è il momento di parlarne. Adesso penso alla finale e alle ultime gare di campionato. Se in estate dovesse arrivare qualche proposta la valuteremo insieme al mio manager, ma a Bergamo sto bene».