Antonio Filippini: «Inzaghi grandissimo allenatore. Su Borini e Milinkovic…»

formello inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Antonio Filippini ha parlato a Lazio Style Radio

L’ex centrocampista della Lazio Antonio Filippini è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio per parlare dell’annata biancoceleste e del mercato che verrà, non risparmiando complimenti per Simone Inzaghi. Queste le sue parole: «La società ha fatto bene a rinnovargli il contratto perché ha dimostrato di essere un allenatore di primo livello. Sa cambiare il modulo in corsa, per esempio ha messo in crisi la Roma nei derby di Coppa Italia. Grazie a lui la Lazio ha fatto un grande campionato. Credo che il 3-5-2 sia il modulo che più gli piace». Sul centrocampo: «In base agli impegni che avrà la Lazio sarà importante avere un giocatore di corsa, un sostituto per dividere le energie. Parolo è cresciuto tanto, tutti gli allenatori vorrebbero avere uno come lui: sa fare la fase difensiva e quella offensiva. Si fa trovare in area avversaria ma anche nella propria a difendere. È un giocatore chiave. Freuler? È un profilo da Lazio, come altri giocatori dell’Atalanta. Può essere un buonissimo acquisto. Cataldi e Murgia sono i giocatori più adattabili davanti alla difesa. Sono due interni, quasi con le caratteristiche di Parolo. Se va via Biglia, la Lazio deve prendere uno che fa gioco davanti alla difesa. Milinkovic? È un giocatore importantissimo, deve solo riconfermarsi. Potrà essere un’ulteriore sorpresa per raggiungere obiettivi importanti, la Lazio deve tenerlo». Infine un commento su Borini, obiettivo di mercato del ds Tare per l’attacco: «Ho assitito a una sua partita dal vivo, è una punta esterna e non può fare il sostituto di Immobile perché non è il suo ruolo naturale».