Connettiti con noi

Campionato

Andreazzoli: «Abbiamo fatto più della Lazio, sono soddisfatto»

Pubblicato

su

Andreazzoli, tecnico dell’Empoli, ha parlato nel post partita del match contro la Lazio: le sue dichiarazioni

Andreazzoli, tecnico dell’Empoli, ha parlato nel post partita del match contro la Lazio: le sue dichiarazioni a SkySport.

RISULTATO – «In questa serata nulla è andata per il verso giusto, i numeri parlano chiaro,  siamo stati bravi in alcuni momenti, abbiamo creato il doppio di quello che ha fatto la Lazio, ci siamo fatti male da soli. Mi è piaciuta la reazione del secondo tempo, sono stati bravi tutti sia quelli che sono entrati sia quelli che erano già in campo, sono soddisfatto».

GOL DI LAZZARI – «Conosciamo le sue capacità di inserimento, ha fatto un bel gol ma potevamo fare di più per evitare il gol».

CUTRONE – «Tutte le squadre avrebbero bisogno di un giocatore da 18 gol. Se contro la Lazio di questa sera, non rischi qualcosa in più finisce anche peggio di quanto è finita questa sera. E’ ovvio che se non metti l’accaccante in condizione di segnare, non è colpa del singolo».

Andreazzoli a Dazn

PARTITA – «Siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto contro una squadra forte. Abbiamo fatto quanto avevamo preparato, ma non è stata una serata favorevole. Abbiamo preso una traversa e un palo. Fare questa prestazione contro un avversario di questo livello mi permette di vedere il bicchiere mezzo pieno. Siamo solo all’inizio, ma con questo spirito possiamo essere ottimisti».

EPISODIO – «Sul gol di Lazzari forse potevamo fare di più, anche se lui quando parte è imprendibile. Romagnoli non credo abbia sbagliato sul primo gol. Il rigore? Credo sia stato quello l’episodio che ci abbia tagliato le gambe. Poi siamo stati anche sfortunati negli episodi, come il salvataggio sulla linea a mezz’ora dalla fine».

BAJRAMI – «Si tratta di un ragazzo molto interessante sotto tutti i punti di vista. Ha qualità anche per fare tanti gol. Spero li faccia sia per la squadra che per lui».

SPIRITO – «Mi è piaciuto comunque l’atteggiamento, perché fino alla fine è stato quello giusto. Ripeto, con un po’ di buona sorte si poteva indirizzare la gara e farla girare a nostro favore».