Anastasi sentenzia: «Biglia non merita questi colori! La fascia gliela strapperei»

pinelli
© foto www.imagephotoagency.it

Filippo Anastasi – giornalista – esprime il suo disappunto nella vicenda Biglia ed incorona il suo capitano

La questione Biglia ha innervosito l’ambiente biancoceleste. La volontà di giocare al Milan ha deluso i tanti tifosi che hanno visto ‘tradire’ la maglia e – soprattutto – disonorare il ruolo di Capitano. Il malcontento però non ha investito solo il pubblico e a farsi voce del popolo è Filippo Anastasi, giornalista, che su Lazio Style Radio accusa l’argentino: «Biglia lo accompagno io a Milano nonostante i soldi che prende, non merita i nostri colori. Le società di oggi sono ostaggio delle bizze dei calciatori, non rispondono e se ne vanno. Bizze dettate da cattiva educazione e dai procuratori. Gli strapperei a morsi la fascia di capitano. Io ho un sogno: Parolo capitano. Lulic no perché è piuttosto falloso e non ha padronanza eccelsa dell’italiano quindi con gli arbitri potrebbe essere in difficoltà. Biglia non è il solo comunque, anche de Vrij è un altro irriconoscente verso la società, almeno per ora. Fanno gli scostumati». 

DOPO BIGLIA – «Deve essere un giocatore abituato a stare basso e stare davanti alla difesa, che sappia fare lanci lunghi e agire da incontrista. Purtroppo non ce ne sono molti. Montolivo? É un bluff, non ha quelle caratteristiche. Poi, servono due mediani e un vice Immobile. Per me l’acquisto dell’anno è Keita che rimarrà, voglio essere profeta». E per l’attacco: «Azmoun magari potesse venire, sarebbe un sogno. Se no prenderei Falcinelli che ha mostrato parole di affetto per la Lazio ed è un ottimo jolly. Lapadula non mi convince, l’anno scorso ha preferito il Milan alla Lazio per giocare poco».