Viareggio Cup, Keita trascina la Lazio: è 4-3 con la Juve Stabia

© foto www.imagephotoagency.it

Secondo impegno nella Viareggio Cup per la Lazio di Bollini dopo il roboante 3-0 sulla Stella Rossa di Belgrado. Questa volta le giovani aquile biancocelesti hanno di fronte la Juve Stabia, appena vittoriosi contro il Mutual Uruguaya. La Lazio si schiera con un 4-3-1-2, con Cataldi dietro al duo d’attacco formato da Keita e Tounkara. Campani in campo con un offensivo 4-3-3.

PRIMO TEMPO – Dopo dieci minuti di studio, ecco il vantaggio biancoceleste: Keita, servito da De Francesco, non ha problemi a depositare la palla in rete. La Juve Stabia non ci sta e, sfruttando un errore in disimpegno di Bilali, colpisce il palo con Amico tutto solo davanti a Strakosha. La legge del “gol mangiato” esiste ancora e dopo due minuti la Lazio raddoppia: tiro debole di Cataldi che però viene deviato: 2-0. Passano altri 4 minuti e Gerardi accorcia le distanze su punizione. La partita si gioca su dei ritmi incredibili, non c’è tempo neanche di riorganizzarsi che la Juve Stabia pareggia: è il minuto 33 e Festa, con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner, insacca. Il primo tempo sembra chiudersi sul pareggio ma ad un minuto dal duplice fischio è ancora una volta Keita Balde Diao a colpire: 3-2 all’intervallo.

SECONDO TEMPO – Nel secondo tempo i ritmi calano inevitabilmente. Il gioco diventa sempre più duro, le ammonizioni sono tante. La Lazio cerca di mantenere il possesso palla, la Juve Stabia tenta qualche sortita senza molta convinzione. La doccia fredda però arriva al 75′: Sorriso è il più veloce di tutti ad avventarsi sul pallone del 3-3. Finisce in parità? Macchè. A 5 minuti dal gong finale Pollace segna il definitivo 4-3, portando la Lazio a quota 6 punti nel torneo. Due vittorie su due, le piccole aquile volano eccome.

Articolo precedente
Perché la Lazio è sempre meglio di San Valentino?
Prossimo articolo
FORMAZIONI UFFICIALI: Borussia Mönchengladbach-Lazio