Connettiti con noi

Editoriale

Un derby di scintille con Ibra e Lukaku, tra i due litiganti la risolve Eriksen

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Ibra e Lukaku sfiorano la rissa in campo, il belga mantiene i nervi saldi e sigla il pareggio, espulso lo svedese, la risolve Eriksen a tempo scaduto

Uno scontro tra titani, nel vero senso della parola. Testa a testa, senza paura, dopo essersene urlate e giurate contro di tutti i colori. «Vai a fare i riti vodoo, piccolo asino» la provocazione di Ibra che fa perdere il lume della ragione a Lukaku, trattenuto a fatica dai compagni di squadra. Il riferimento è ai tempi dell’Everton, in cui Romelu rifiutò il rinnovo di contratto a Goodison Park, perché la madre – in Africa – durante un rito vodoo aveva avuto indicazioni di un trasferimento del figlio al Chelsea. «Vuoi parlare di mia madre? Penso io alla tua e pure a tua moglie» La risposta “edulcorata” del belga, che, accecato dall’ira, prova a scagliarsi sullo svedese in tutti i modi, e all’intervallo devono intervenire rinforzi dalla panchina per evitare il peggio.

I quarti di finali di Coppa Italia rischiano di diventare il ring dello scontro più leggendario nella storia del calcio, Ibra contro Big Rom, nulla da invidiare a MayweatherMcGregor. Rissa solo sfiorata, nonostante a un certo punto entrambi sapevano che non avrebbero giocato la semifinale contro la vincente di Juventus-Spal per squalifica. Prima del crollo nervoso, parte fortissimo Ibra, col gol beffardo sotto le gambe di Kolarov per l’1-0. Al rientro in campo dopo il parapiglia, Lukaku riesce a mantenere il sangue freddo, mentre lo svedese – già ammonito e poco lucido – incassa anche il secondo cartellino giallo per un fallo ingenuo, ed esce dal campo senza protestare. Il duello tra i due sembra finito qui, invece Lukaku è freddissimo a piazzare il rigore dell’1-1 sotto la traversa, e rimette in equilibrio una partita storta. Il Milan, in 10 e senza Ibra, fatica a riprendersi, mentre l’Inter gestisce le energie e nel finale trova la zampata vincente con Eriksen. Fuori il Milan, altro probabile derby ma d’Italia contro la Juventus, in semifinale. Senza Lukaku, squalificato per la sfida di andata.

Advertisement

News

Advertisement