Tommaso Paradiso: «È tornata l’adrenalina. Acerbi un leader, che crescita Cataldi!»

Tommaso Paradiso
© foto Instagram

Tommaso Paradiso, ex-frontman dei The Giornalisti, ha analizzato il momento della Lazio ai microfoni di Radiosei

Nel corso della trasmissione “Quelli che hanno portato il calcio a Roma” in onda su Radiosei, il celebre cantante di fede biancoceleste Tommaso Paradiso ha analizzato l’attuale momento della Lazio di Simone Inzaghi:

«Se penso alla Champions penso subito al mercato, dal momento che si gioca contro squadroni come il Manchester City. Il primo turno di questa ripresa di Serie A mi ha ricordato il calcio d’agosto, mi sarebbe piaciuto disputare un campionato regolare. Ora però l’adrenalina è risalita, la si vive come i Mondiali estivi, con maggior relax.

Immobile autocritico dopo i gol sbagliati? La sua voglia, grinta, cattiveria lo rendono il campione che è. Si vede che non ha ancora raggiunto la forma ottimale.
Domani sera Inzaghi potrebbe avanzare Milinkovic. Leiva e Lulic stanno mancando, ma sono contento quando vedo Cataldi, ha fatto un salto di qualità notevole soprattutto mentale e potrebbe anche ritagliarsi un posto tra i convocati della Nazionale. Complimenti a Parolo che sta trascinando il centrocampo della Lazio.

Acerbi tra i nostri leader? Senza pubblico, sentendo le voci dei giocatori, si nota che lui è quello che strilla e richiama maggiormente i compagni, che si confronta con l’arbitro. È il padre di questa squadra.
Guardo il calendario una decina di volte al giorno, per capire quando la Juventus potrebbe fare passi falsi. Noi dobbiamo sempre vincere, loro devono pareggiare con Atalanta o Milan e bisogna arrivare allo scontro diretto attaccati a loro».