Tare: «La Primavera è il futuro del club. Siamo stati bravi a crescere i giovani»

calciomercato lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Il ds Tare spiega il lavoro che sta dietro ai successi del settore giovanile

Nonostante la brutta sconfitta subita per mano della Roma, la Lazio Primavera resta il fiore all’occhiello del settore giovanile biancoceleste. Da sempre, i giovani aquilotti si sono distinti per il talento, merito anche di un’attenzione particolare della società. Ad elogiare il buon lavoro svolto è il ds Tare: «Con i prodotti del vivaio si possono realizzare plusvalenze importanti anche per i bilanci. Noi li cresciamo coniugando lo sviluppo dei nostri prodotti ai risultati, visto che negli ultimi 5-6 anni la Lazio è stata 3 volte prima nel ranking Primavera della Lega A. – Spiega a La Repubblica – Serve la pianificazione. Il nostro è un discorso iniziato otto anni fa, quando ci siamo posti l’obiettivo di riuscire ad aggregare ogni anno uno o due ragazzi della Primavera in pianta stabile con la prima squadra. Con questa programmazione e un percorso di crescita, oggi ci siamo riusciti. Strakosha, Keita, che sono titolari cresciuti a Formello, ma pure Murgia, Lombardi, Crecco. Noi ad esempio siamo stati bravi a dar loro fiducia anche nei momenti importanti, nelle gare decisive, compresi i derby: i giovani vogliono dire futuro assicurato e un grande potenziale per i club».