Lazio senza i tre capitani. Questa sera tocca a Basta, mentre il vice…

basta milinkovic esultanza lazio roma
© foto www.imagephotoagency.it

Questa sera la Lazio scenderà in campo a Bucarest senza i tre capitani Lulic, Parolo e Immobile. La fascia quindi sarà sul braccio di Basta e in caso di sua sostituzione, potrebbe diventare per la prima volta capitano Milinkovic

Turnover massiccio per Inzaghi che ha lasciato a Roma, Marusic, de Vrij e Parolo. Mentre partiranno dalla panchina Radu, Lulic e Immobile. Lazio senza senatori e capitani a Bucarest, almeno dall’inizio. Questa sera, come nelle ultime due gare di Europa League, la fascia sarà sul braccio di Dusan Basta, arrivato nella Capitale nell’estate del 2014. In campo è lui il calciatore con più anni di militanza laziale sulle spalle, ma in caso di sua sostituzione chi potrebbe raccogliere l’eredità?

PRIMA VOLTA – Tutti gli indizi portano a lui: Sergej Milinkovic-Savic. Da serbo a serbo potrebbe esserci il passaggio di consegna. Sulla distinta proprio il ‘sergente’ potrebbe essere indicato per la prima volta come vice-capitano. Per far si che realmente possa poi indossare la fascia, dovrebbero combinarsi una serie di fattori, ma non tutti improbabili. Inzaghi infatti molto spesso sostituisce gli esterni di centrocampo, quindi Basta potrebbe essere uno degli indiziati a lasciare anzitempo il campo. Altre ipotesi? Per personalità e carriera potrebbe anche toccare a Lucas Leiva il lieto compito. Un’altra ipotesi abbastanza suggestiva è quella legata a Murgia, da sempre laziale e cresciuto nel settore giovanile. I tifosi però sognano che quel prezioso pezzo di stoffa possa finire sul braccio di Sergej e che magari questo lo leghi ancor di più ai colori biancocelesti. Nessuno vorrebbe vederlo lasciare Roma nei prossimi anni e una fascia di capitano questa sera non farebbe che consolidare un amore destinato a durare ancora a lungo.

Articolo precedente
Sandri curva nord lazio tifosiSassuolo-Lazio, sospesa la vendita dei tagliandi: ecco le motivazioni
Prossimo articolo
tareTare: «Vogliamo passare il turno. Felipe Anderson? Ha capito l’errore»