Serie A, Spadafora: «Giocatori contagiati non fanno ben sperare»

© foto @CalcioNews24

Intervenuto ai microfoni di Seilatv Bergamo, il Ministro dello Sport Spadafora ha commentato le ultime novità sulla ripresa della Serie A

Per affrontare il tema della ripresa della Serie A e Serie B, e quello relativo al protocollo della FIGC, è intervenuto, ai microfoni di Seilatv Bergamo, il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora. Queste le sue parole:

RIPRESA – «Le notizie di queste ore dei contagi in alcune squadre di calcio non ci fanno ben sperare. Fino a quanto non capiremo quale sarà l’evoluzione sanitaria, non potremo dare una risposta certa. La parola d’ordine, anche alla luce del recente incontro col Comitato tecnico-scientifico, è stata prudenza. Ovviamente quello che è successo nelle ultime 24 ore certamente non aiuta».

TIFOSI – «Io sono un romantico, penso che questo sport viva grazie alla loro passioneImmaginare una partita senza tifosi è brutto, se dovesse ripartire il campionato sarebbe sicuramente a porte chiuse e questa sarebbe strano. Dobbiamo capire come organizzarci in vista del prossimo autunno, dovremmo capire come contemplare questa passione degli italiani con i tempi che sono cambiati».

PROTOCOLLO – «La prossima settimana, prima del 18 maggio, saremo in grado di capire, sulla base dell’analisi della curva, l’andamento dei contagi dopo questa prima apertura. A breve arriverà il responso del Comitato tecnico-scientifico sul protocollo adottato dalla FIGC. Capiremo se le perplessità che il Comitato tecnico-scientifico ha espresso sono state superate o se purtroppo restano tali. Queste due cose insieme, ci consentiranno di decidere».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy