Sergio: «Il ritiro di Auronzo è fondamentale per ogni stagione. Si lavora in un ambiente disteso»

© foto www.imagephotoagency.it

Raffaele Sergio, ex biancoceleste, ha parlato dell’importanza del ritiro in Veneto

Auronzo di Cadore e la Lazio, oramai da molti anni un connubio perfetto. Sotto le Tre Cime di Lavaredo si lavora assiduamente, ma poi questa fatica porterà i risultati sperati: basti pensare alla vittoria della Supercoppa Italiana dello scorso anno contro la Juventus, trionfo in parte merito anche degli allenamenti e della concentrazione sviluppata nel ritiro bellunese. Raffaele Sergio, ex biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio per parlare dell’importanza di questo ritiro estivo. Ecco cosa ha detto.

LE PAROLE DI SERGIO – «I ritiri sono sempre molto faticosi per una squadra: i calciatori in questa fase dell’anno sono sempre molto concentrati. È necessario allenarsi con continuità e costanza durante queste settimane poiché la preparazione è fondamentale per disputare un grande campionato. Lo scorso anno ero molto preoccupato per la Lazio, invece la Società ed Inzaghi sono stati molto bravi: i capitolini nell’ultima stagione hanno rivalutato tantissimi calciatori. Oggi è necessario rinnovare la fiducia al Club biancoceleste in vista della prossima annata sportiva. L’ambiente Lazio in questo momento sta aiutando molto i calciatori appena approdati dalle parti di Formello: inserirsi in un contesto così disteso, è infatti molto più facile», conclude Sergio.