Pallotta: «Niente stadio? Allora mi verrete a trovare a Boston. La Roma non c’entra nulla»

pallotta
© foto www.imagephotoagency.it

Pallotta difende la Roma dai 9 arresti avvenuti questa mattina per associazione a delinquere, avvenuti per la costruzione dello stadio a Tor di Valle

Nove arresti. Questo il bilancio riportato dalla notizia che ha dato il ‘buongiorno’ alla Roma giallorossa. Un vero e proprio caos che ha visto coinvolti politici ed imprenditori nell’affare per il nuovo stadio a Tor di Valle. A difesa del proprio club, è intervenuto il presidente Pallotta che – come riportato da Gazzetta.it – ha lasciato le seguenti dichiarazioni: «Com’è stato detto ufficialmente, la Roma non c’entra nulla. Tutto ciò non avrà alcuna influenza sullo Stadio». Per poi proseguire: «I tifosi preoccupati che io possa vendere? Non l’ho mai detto. Solo in caso di ritardi, non vedo perché debbano esserci ritardi visto che il club non ha fatto niente di male. Dovremmo aver approvato lo stadio e non vedo perché debba bloccarsi l’iter. Tutti lo vogliono, costruiamolo. La gente preoccupata che non si faccia lo stadio? Allora mi verrete a trovare a Boston. Tutto è stato trasparente, la Raggi ha detto che era tutto ok. Non dovremmo avere problemi. Se ho sentito Parnasi? Non credo abbia il cellulare in galera, non ho parlato con nessuno».

Articolo precedente
LaxaltLaxalt si allontana dalla Lazio, ecco cosa offre il Benfica
Prossimo articolo
peresVerissimo, il pres. Peres: «Nessuna offerta ci soddisfa»