Primavera – Lazio, superata la prova del “9”: Rossi e Al Hassan stendono il Brescia

Trastevere calcio Rossi
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio Primavera stende anche il Brescia e vola a +6 sulle inseguitrici. Nona vittoria di fila per la squadra di Bonatti, firmata Rossi-Al Hassan

Non si ferma più la Lazio Primavera, che continua a battere tutti i record di categoria stabiliti dalle corazzate guidate da Bollini e Inzaghi. Nona vittoria consecutiva, superata quindi la squadra del 2013-2014, allenata proprio dall’attuale allenatore della Salernitana. Rondinelle liquidate con un secco 3-0 nel segno dei numeri 9, Rossi ed Al Hassan. Bonatti dopo un avvio complicato, ha lavorato tanto e adesso sta raccogliendo quanto seminato. Quest’oggi la formazione viene schierata con un classico 4-4-2. Adamonis tra i pali; in difesa Spizzichino e Ceka sulle fasce con Miceli e l’esordiente Baxevanos al centro. Il greco è a Formello da qualche mese, ma il transfer è arrivato soltanto in settimana. Davanti alla linea difensiva ci sono Folorunsho e Cardoselli, con Bezziccheri e Javorcic rispettivamente a destra e sinistra. In avanti al fianco di capitan Rossi, c’è Al Hassan. Ci provano subito i biancocelesti con Bezziccheri, attento Festa che risponde con i piedi. La Lazio ha il pallino del gioco in mano, ma non riesce ad arrivare a dama, almeno fino al minuto 31 quando Rossi approfitta di un’uscita troppo avventurosa di Festa e deposita in rete un cross di Spizzichino. 20esimo gol stagionale per il numero 9 di Bonatti. I capitolini premono sull’acceleratore e vanno subito vicini al raddoppio: questa volta Rossi, in versione di assist-man, se ne va sulla fascia e mette al centro per Folorunsho che non arriva per pochi centimetri. Termina senza altre emozioni un primo tempo alla camomilla, in cui la Lazio si è dimostrata superiore all’avversario,  anche se la prova non è certamente memorabile.

TRIS SERVITO – Nella ripresa il copione resta lo stesso, con Adamonis praticamente mai chiamato in causa e i biancocelesti sempre nella metà campo del Brescia. Al 58’ duettano bene Al Hassan e Bezziccheri con quest’ultimo che va al tiro. Non trattiene Festa, che poi anticipa all’ultimo Javorcic, pronto a battere a rete. Poco dopo altra nitidissima chance per raddoppiare: angolo di Miceli, sponda di Bezziccheri per Folorunsho che conclude a botta sicura, ma trova soltanto la schiena di Torri. Poco più tardi potrebbe arrivare il pareggio, dopo che il Brescia non si era mai affacciato dalle parti di Adamonis, ma Baxevanos chiude in extremis su De Paoli, salvando praticamente un gol. Al 78’ la Lazio chiude i giochi con un eurogol di Al Hassan, che dal vertice dell’area destro, fa partire un pallonetto delizioso per il 2-0 biancoceleste. A 5 dalla fine a far partire in anticipo i titoli di coda sul match ci pensa Rossi che scatta sul filo del fuorigioco, salta Festa e firma la 21esima perla stagionale. Nona vittoria consecutiva per la Lazio Primavera, vera e propria macchina da guerra del girone A. La squadra di Bonatti approfitta dei pareggi tra Cesena e Fiorentina e Verona e Sampdoria, portandosi a +6 sulla seconda in classifica.

Articolo precedente
lazio sampdoriaLa Lazio annuncia: «Anche noi avremo il nostro stadio». E sul Flaminio…
Prossimo articolo
primaveraPrimavera, Bonatti: «Record meritato, complimenti ai ragazzi»