Primavera, Bonacina: «Abbiamo giocato con la testa, ma concesso troppo! Serve determinazione…»

Bonacina
© foto @OfficialSSLazio

Al termine della vittoria, conquistata dalla Lazio Primavera contro il Perugia, mister Bonacina ha analizzato il match a Lazio Style Radio

La Lazio Primavera non si ferma ed esce vittoriosa anche dal match di questo pomeriggio contro il Perugia. A decidere il successo dei ragazzi di Bonacina, i gol di Capanni e De Angelis. Come accade di consueto, al termine della partita, l’allenatore dell’armata capitolina ha analizzato il match ai microfoni di Lazio Style Radio: «Nel primo tempo la gara non è stata semplice per noi. Abbiamo approcciato bene all’incontro e Scaffidi ha avuto subito un’ottima occasione per portarci in vantaggio, l’abbiamo sprecata e poi abbiamo giocato abbastanza bene, ma non con la determinazione giusta. Abbiamo sbloccato l’incontro, ma non l’abbiamo chiuso: è stato concesso troppo ad una compagine discreta».

MENTALITA’ – «Dovremo essere più determinati e vogliosi di svolgere al massimo la nostra competizione. Nessun campionato  è facile, mi è sembrato di vedere un atteggiamento superficiale da parte dei miei uomini. Lunedì farò notare questo ai ragazzi alla ripresa degli allenamenti. Nella seconda frazione di gioco abbiamo creato più occasioni e la gara è proseguita leggermente meglio rispetto al primo tempo. Dovremo essere più determinati e cattivi, ma finora non ho ancora notato nel gruppo queste caratteristiche. Siamo migliorati molto in determinate situazioni di gioco, c’è più precisione sul piano tecnico ma le partite vanno chiuse prima».

QUESTIONE DI TESTA – «Oggi abbiamo giocato con la testa e non abbiamo rischiato molto, anche se gli avversari hanno creato qualche occasione da gol. Quando si sono presentati nella nostra metà campo siamo stati bravi a chiudere ogni spazio. In futuro dovremo provare a concedere sempre meno spazi alle squadre che affrontiamo. La classifica ci sorride e dobbiamo migliorare sotto ogni punto di vista e su ogni dettaglio settimana dopo settimana: i campionati non si vincono mai agevolmente, dobbiamo sempre tenere a mente il nostro obiettivo senza mai rischiare nulla. Luan Capanni ha grandi doti, anche morali: è arrivato dall’estero e si è proposto bene con umiltà. Ha voglia di imparare, si è integrato al meglio nel gruppo e sta provando a crescere giorno dopo giorno».

 

Articolo precedente
AliaPrimavera – I biancocelesti non si fermano più: battuto anche il Perugia
Prossimo articolo
lazio-milanLazio-Milan, le probabili formazioni