Le PAGELLE di Lazio-Cagliari: finalmente torna il ‘Sergente’, lampi di Luis Alberto, Lulic cala il tris

Diritti Tv Lazio-Cagliari
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Lazio-Cagliari – I biancocelesti ottengono la i tre punti nel lunch match contro i rossoblù: ecco i voti ottenuti dai giocatori

Pagelle Lazio-Cagliari / La Lazio torna a vincere in campionato, ottenendo i tre punti dal lunch match contro il Cagliari. A determinare il risultato della compagine di Inzaghi i gol di Milinkovic, Acerbi e Lulic. Ecco i voti ottenuti dai biancocelesti nel corso dei 90′:

Strakosha 6,5: Non viene chiamato in causa spesso ma, nei pochi casi, risponde bene. Buona la parata su Faragò alla fine del primo tempo. Il portiere albanese, criticato spesso per la sua non sicurezza nell’uscire dai pali, ‘accontenta’ i tifosi, dimostrando che sta lavorando anche su questo aspetto. Conferma quanto di buono fatto nel corso della gara con la parata all’85.

Luiz Felipe 6: Inzaghi lo preferisce a Wallace, e il brasiliano ripaga la fiducia dell’allenatore con una prestazione attenta. Si piazza sulla sufficienza.

Acerbi 7: Sigla il raddoppio della Lazio al 23, quando mette la palla in rete con un tiro – in prima battuta parato da Cragno – da distanza ravvicinata. Per il resto, è la prestazione del ‘solito’ Acerbi, provvidenziale anche in fase di copertura.

Radu 6: Buona la prova del romeno che, dopo l’errore commesso contro la Sampdoria, torna a mettere la propria esperienza – garanzia di sicurezza – a disposizione del reparto difensivo biancoceleste. (Dal 79′ Bastos: 4,5: Inzaghi lo rimanda in campo dopo un po’ tempo, l’angolano però non ricambia nel modo giusto, visto che rifila una gomitata a J. Pedro e regala al 92′ un rigore al Cagliari).

Marusic 6: Inizia bene, tentando anche la conclusione in porta. Poi cala, e lascia troppo spazio all’avversario. La prestazione è sufficiente, ma poteva fare di più.

Parolo 6,5: Detta i ritmi in mezzo al campo e recupera un’importante quantità di palloni, evitando le ripartenze avversarie e dando la possibilità ai propri compagni di rendersi pericolosi in fase offensiva. Solita prestazione generosa quella del centrocampista di Gallarate, di cui Inzaghi non riesce a far a meno.

Milinkovic 6,5: Torna al gol con l’aquila sul petto dopo 12′: Correa tenta la conclusione, che viene ribattuta da Cragno. C’è però il ‘Sergente’ che consegna la palla in rete. Il piano che segue la rete sa di svolta. Va vicino alla doppietta al 63′ quando tenta il tiro dalla distanza. (Dal’ 68′ Leiva 6: La Nord gli da il ‘bentornato’ con un applausi e cori, lui ripaga l’affetto dei tifosi tornando a dare il proprio prezioso contributo alla causa biancoceleste).

Lulic 7: Recupera una bella palla e tenta la conclusione ad appena due minuti dall’inizio della gara. In forma smagliante rispetto alle sfide precedenti, fa salire la squadra correndo su tutta la fascia. Al 66′ duetta con Immobile, portando a tre le marcature dei padroni di casa.

Luis Alberto 6,5: Finalmente El Mago. E’ un altro giocatore rispetto a quello visto nelle prime uscite stagionali. Lo spagnolo mette la propria qualità a disposizione della squadra, servendo i compagni con passaggi di gran pregio. (Dal 77′ Lukaku sv)

Correa 6,5: Fondamentale nel gol del vantaggio biancoceleste. Ubriaca con le sue giocate la retroguardia rossoblù e penetra spesso e volentieri nell’area di rigore. In apertura di secondo tempo, Cragno gli toglie la gioia del gol con un’ottima parata di piede. Cala leggermente nel secondo tempo, ma la prestazione di oggi conferma l’impossibilità di sedersi – almeno per il momento – in panchina.

Immobile 6,5: Prende la traversa, sfruttando al meglio un assist di Marusic e un gran passaggio di Luis Alberto. Una spina nel fianco per la difesa del Cagliari, si rende tante volte pericoloso. E’ sua la giocata che porta Lulic a beffare Cragno e a portare la Lazio sul 3-0. Al 78′ fallisce una bella occasione per calare il poker: la sua conclusione si perde al lato della porta. Sulla valutazione pesano proprio le possibilità di rete non concretizzate.

Inzaghi 6,5: Il cambio modulo regala i frutti sperati e, dopo una settimana in cui sono piovute le critiche, la Lazio ottiene finalmente i tre punti. L’allenatore spazza via le ipotesi di esonero, dimostrando di avere ancora i giocatori dalla sua.

 

Articolo precedente
milinkovicLa giocata del match – Milinkovic e quelle lacrime che sanno di liberazione
Prossimo articolo
milinkovic lazio-cagliariMilinkovic: «Ho pianto perchè mi mancava il goal» – VIDEO