Le PAGELLE di Lazio-Atalanta: Parolo corre e segna. Wallace, tre errori imperdonabili!

la giocata del match
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Lazio-Atalanta. La squadra di Inzaghi rimedia una brutta sconfitta contro i bergamaschi: ecco i voti dei biancocelesti

Brutta sconfitta quella rimediata dalla Lazio, impegnata all’Olimpico contro l’Atalanta. Alla marcatura di Parolo, arrivata nei primi minuti del match, fanno seguito quelle di Zapata, Castagne e Djimsiti. Ecco i voti ottenuti dai biancocelesti nelle pagelle di LazioNews24:

Thomas Strakosha – Non viene mai chiamato in causa in modo serie fino a quando, in apertura di secondo tempo, interviene provvidenzialmente su Ilicic. Incolpevole su entrambe le marcature avversare. VOTO 6.

Wallace – Ha il difficile compito di marcare Zapata, e difatti la sua gara inizia subito in salita. Compie un clamoroso errore in occasione del vantaggio dell’Atalanta, consegnando direttamente la palla a Gomez che, parzialmente ‘arginato’ da Strakosha, serve Castagne che firma l’1-2. Come se non bastasse, ha qualche responsabilità anche sul terzo gol dell’Atalanta. VOTO 3.

Francesco Acerbi – Continua a confermare l’ottimo rendimento che l’ha caratterizzato in questa prima stagione in biancoceleste. Il voto si abbassa poiché la Lazio subisce tre gol, e anche l’highlander della Lazio deve prendersi parte delle responsabilità. VOTO 5,5.

Quissanga Bastos –  Per mister Inzaghi ormai è una garanzia. Nonostante il cartellino giallo ottenuto al 26′ per un fallo su Ilicic, l’angolano interviene sempre con precisione e puntualità. Tenta anche la conclusione da fuori area al 49′, ma il tiro viene murato dalla barriera. VOTO 6. (Dal 77′ Neto SV).

Romulo – Propositivo, parte subito bene con qualche cross interessante in area di rigore, e altrettanti anticipi in fase di copertura. Serve i compagni con convinzione e qualità. La Lazio spinge sulla sua corsia, e lui dà il proprio contributo alla manovra, poi cala anche lui nella ripresa. VOTO 5,5.

Marco Parolo – Porta in vantaggio la squadra solamente dopo due minuti dall’inizio del match, approfittando di un bel cross di Leiva e della sponda di Caicedo. Servito da Luis Alberto al 25′, va vicino alla doppietta. Corre e suda in mezzo al campo, trascinando i compagni. Il suo gol, però, non basta alla Lazio per ottenere i tre punti. VOTO 6,5.

Lucas Leiva – Dopo la prestazione opaca contro la Sampdoria, il brasiliano torna ad essere quello di sempre. Fondamentali i suoi interventi in mezzo al campo che non consentono la ripartenza agli avversari. VOTO 6. (Dal 77′ Badelj SV).

Luis Alberto – Prova ad impensierire Gollini al 9′ con una conclusione da fuori area, che il portiere dell’Atalanta ferma in due tempi. Cerca di mettere in difficoltà la retroguardia bergamasca, senza però rendersi protagonista di importanti occasioni. VOTO 5.

Adam Marusic – Prende il posto dello squalificato Lulic e fa rimpiangere il bosniaco. Non sembra coinvolto totalmente nella manovra, fino a quando non va addirittura vicino al gol. La prestazione nel complesso è comunque insufficiente. VOTO 5.

Felipe Caicedo: ‘braccato’ dall’avversario in piena area di rigore, è bravo a servire indietro Parolo, che beffa Gollini. Riceve un generoso cartellino giallo al 40′ per un fallo su Gomez, ma esce comunque dal campo accompagnato da fragorosi applausi dell’Olimpico. VOTO 6,5. (Dal 54′ Correa – Inzaghi gli preferisce Caicedo ma, a gara in corso, gli dà una possibilità. Le sue giocate ubriacanti mettono in difficoltà la retroguardia avversaria, ma la partita è ormai pregiudicata. VOTO 6).

Ciro Immobile – Al 13′ il primo squillo del bomber biancoceleste, che cerca di sorprendere con un tiro potente Gollini, il portiere è sicuro nella presa. Serve male Caicedo che, a tu per tu con l’estremo difensore avversario, non arriva sulla palla. Continua a non mettere la firma sul tabellino, e sbaglia decisamente troppo. VOTO 5.

Simone Inzaghi – Preferisce Wallace e Luiz Felipe, e non ci sarebbe potuta essere scelta peggiore. Il brasiliano si rende protagonista di due clamorosi errori che pregiudicano la partita e portano la Lazio alla sconfitta. Giusta la decisione di continuare a dar fiducia a Caicedo. VOTO 5.