Le pagelle di Inter-Lazio: difesa monumentale, Leiva inesauribile, Milinkovic è tornato!

acerbi
© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Inter-Lazio, terminata con il risultato di 0-1 grazie ad una rete al 12′ di Sergej Milinkovic, su assist di Luis Alberto

STRAKOSHA: La Lazio soffre e mantiene il risultato di vantaggio anche grazie a lui. Le prende tutte in uscita, disinnesca tutti i tiri da fuori. Una sicurezza. VOTO: 6.5

LUIZ FELIPE: Troppo impreciso in fase di impostazione, nei primi minuti soffre da matti, ma poi alza il muro e Perisic non lo salta mai. Monumentale! VOTO: 7

ACERBI: Ha un cliente scomodo come Keita che non gli da mai punti di riferimento. Il “Leone” soffre un po’ in avvio, poi le prende tutte, soprattutto di testa. Un gigante tra i giganti. VOTO: 7

BASTOS: A causa dell’assenza di Radu è costretto a traslocare sulla fascia sinistra. Perfetto in fase difensiva, meno in impostazione. Ha sulla testa a fine primo tempo la palla del raddoppio, ma Handanovic si supera. VOTO: 6.5

ROMULO: Vince il ballottaggio con Marusic e dimostra subito di essere in condizione dando il via all’azione del vantaggio della Lazio. Attacca e difende senza sosta. VOTO: 6.5

MILINKOVIC: Gioca a tutto campo e mette qualità in qualsiasi giocata. Al 12’ arriva a fari spenti in area, detta il movimento a Luis Alberto che gli mette in testa un pallone solo da spingere in rete. E’ il migliore in campo dei suoi. Finalmente è tornato! VOTO: 7.5

LEIVA: Aiuta Acerbi, in difficoltà con la rapidità di Keita. Fa da schermo alla difesa, intercetta ogni linea di passaggio e raddoppia sempre sui Luiz Felipe e Bastos. Inesauribile! VOTO: 7

LUIS ALBERTO: E’ il più ispirato, tutte le azioni passano dai suoi piedi. Il mago ruba la scena alla Scala del Calcio, con un assist da stropicciarsi gli occhi per Milinkovic. Un intervento prodigioso di Handanovic a fine primo tempo gli nega la gioia personale. VOTO: 7 (DALL’67’ PAROLO: Entra e dà il suo contributo come sempre. Lotta su ogni pallone e protegge con unghie e denti un risultato preziosissimo. VOTO: 6)

LULIC: Aiuta Bastos in fase difensiva, impegnato con un funambolo pericoloso come Politano. La Lazio attacca più a destra che a sinistra, ma nonostante ciò offre la solita prestazione di corsa e grinta. VOTO: 6 (DALL’ 87′ DURMISI: S.V.)

CORREA: Qualche strappo dei suoi prima di chiedere il cambio per un infortunio muscolare. VOTO: 6 (DAL 27’ CAICEDO: Ha sui piedi l’occasione del raddoppio, ma come in Coppa Italia non riesce a segnare. Utilissimo nel solito lavoro sporco, offre un pallone di tacco a Immobile, che Ciro non riesce a capitalizzare. Prezioso come sempre. VOTO: 6)

IMMOBILE: Non ha la brillantezza delle serate migliori. Ingabbiato da Skriniar e Miranda fa molta fatica a trovare palloni giocabili, quindi si abbassa spesso sulla trequarti per creare gioco. Ha sui piedi due occasioni, ma non riesce a raddoppiare. Polveri bagnate. VOTO: 6

INZAGHI: Perde Radu in settimana e manda in campo Lucas Leiva in condizioni precarie, Correa alza bandiera bianca dopo 20 minuti, ma non cambia il piano tattico. Difesa attenta e ripartire appena si crea l’occasione giusta: così l’ha preparata, così l’ha giocata. L’unico difetto della sua squadra stasera è non aver capitalizzato le azioni da gol create. Per il resto, gara perfetta. E finalmente uno scontro diretto vinto in campionato. VOTO: 7