Ledesma: «Del 26 maggio non c’è rivincita. Ecco cosa successe al 71’»

© foto @LazioNews24

Il pensiero di Christian Ledesma sul prossimo derby in Coppa Italia

Lazio-Roma in Coppa Italia non può che rimandare certo al 26 maggio 2013. I microfoni di Radiosei hanno raggiunto Christian Ledesma, protagonista indiscusso di quel memorabile giorno, il capitano uscì in lacrime per un infortunio. Ecco il suo commento: «Si potranno inventare qualsiasi cosa, ma non serve dirlo: non succederà più quanto successo nel 2013, non ci sarà alcuna rivincita. Non può essere così, anche se un derby è sempre un derby e la partita si farà sentire nei giorni precedenti. Ora però bisogna pensare anche al campionato, la Lazio deve concentrarsi sulle prossime gare e rimanere attaccata al treno delle prime posizioni». Poi un ricordo indelebile del pomeriggio che ha riscritto la storia del derby della Capitale: «Ero nella sala massaggi con il ghiaccio (a causa dell’infortunio, ndr), il massaggiatore Stefano era andato via, io gli avevo detto «Torna quando abbiamo fatto gol». Quando ho sentito un boato che proveniva dal campo e Stefano che tornava ho capito tutto. Lui correva e urlava e ci siamo abbracciati a lungo. Poi al boato finale, Stefano mi è venuto a prendere e siamo tornati in campo». Una storia che metterà i brividi a tutti i tifosi laziali

Articolo precedente
malagòRimozione barriere, ministro Lotti: «Martedi la riunione per risolvere il problema»
Prossimo articolo
creccoUn ‘nuovo acquisto’ venuto dal cuore: Crecco e Inzaghi, un rapporto speciale che parte da lontano