Le PAGELLE di Lazio-Parma: Immobile torna a colpire, la difesa non sbaglia nulla. Che classe Milinkovic!

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Lazio-Parma 2-0

Allo Stadio Olimpico di Roma è andata in scena la sfida tra la Lazio di mister Inzaghi e il Parma di D’Aversa. Ecco di seguito le pagelle dei biancocelesti.

STRAKOSHA 6,5: Al 21′ si supera su Inglese, per il resto non è molto impegnato dai giocatori di D’Aversa.

LUIZ FELIPE 7: Perde Inglese al 21′, ma fortunatamente il portiere albanese salva tutto. Cresce con il passare dei minuti, tanto da terminare la partita come uno dei migliori in campo. Un match mostruoso quella dell’ex Salernitana, un vero e proprio muro.

ACERBI 6,5: Partita molto attenta, chiude bene la maggior parte delle offensive crociate.

RADU 6,5: Cluj pare sia un ricordo, l’ex Dinamo Bucarest si sgancia spesso dalla difesa per tentare sortite offensive o magari suggerimenti per i centrocampisti.

MARUSIC 6,5: Sulla destra si fa vedere con costanza, mostrando tanta voglia di voler fare bene. Al 67′ condisce la sua buonissima prestazione con la rete del 2-0.

MILINKOVIC-SAVIC 7: Al 10′ tenta la conclusione dal limite dell’aria, la sfera esce di poco. Grandissima partita del serbo con tante buone giocate e soprattutto l’assist del raddoppio firmato da Marusic.

LUCAS LEIVA 6: Gioca una buonissima partita, tatticamente è come al solito impressionante per numero di palloni recuperati. (73′ PAROLO 6: Con il suo ingresso dà un buon contributo alla vittoria capitolina).

LUIS ALBERTO 6,5: All’8′ serve ad Immobile un cioccolatino da scartare e l’attaccante campano non sbaglia. Da evidenziare la precisione dei passaggi dello spagnolo, le sue intuizioni non sono mai banali.

LULIC 6: Si propone molto spesso sulla propria fascia di competenza, tiene a bada Kulusevski anche se la fisicità dello svedese non rende facile la vita all’ex Young Boys. (83′ JONY: SV).

CORREA 6: Particolarmente ispirato l’argentino, tenta più volte di superare Sepe, ma l’estremo difensore dei ducali è sempre reattivo. Quando l’ex Sampdoria parte palla al piede è imprendibile, anche se stasera non è stato sempre perfetto.

IMMOBILE 7: All’8′ mette a segno la rete del vantaggio su assist di Luis Alberto. Erano ben 10 mesi che l’ex Siviglia non andava in gol all’Olimpico. Partita di sacrificio, corre come un indemoniato per sessanta minuti. Al momento della sostituzione ha un plateale e quantomeno evitabile battibecco con Inzaghi. (62′ CAICEDO 6: Sbaglia alcuni passaggi davvero banali, ma dà man forte alla squadra).

ALL. INZAGHI 6,5: La sua Lazio vince e convince con un grande partita in cui si vedono sprazzi di ottimo calcio, ma mercoledì c’è l’ostacolo chiamato Inter che attende i biancocelesti. Massima attenzione a San Siro, i fantasmi di Ferrara e Cluj sono dietro l’angolo.