Lazio, uragano in trasferta: Inzaghi a Bologna per il sorpasso su Pioli, ma Eriksson…

juventus-lazio luis alberto immobile cies
© foto www.imagephotoagency.it

In campionato la Lazio ha ottenuto 4 successi esterni consecutivi: nella storia del club solo Eriksson ha fatto meglio

La Lazio vincendo contro il Cagliari continua la sua striscia positiva. Ennesima prova superata per gli aquilotti, che possono ormai reputarsi un gruppo maturo. Non è comunque il momento di fermarsi, la testa deve essere già rivolta alla trasferta di Bologna. Un impegno fondamentale per il cammino in campionato: i rossoblu sono una compagine difficile da battere di fronte ai propri tifosi, mentre le dirette concorrenti stanno tenendo il passo e non mollano un centimetro. I ragazzi di Simone Inzaghi però hanno dimostrato la loro forza soprattutto fuori casa, dove al momento (fra campionato e coppa) hanno fatto «en plein» (6 vittorie su 6 gare). In Serie A dunque la compagine capitolina ha già espugnato i campi di Chievo Verona, Genoa, Hellas Verona e Juventus, quanto basta per eguagliare i quattro successi consecutivi ottenuti da Stefano Pioli nella stagione 2014/15. Al ‘Renato Dall’ara’ l’obiettivo sarà superare quello score e cercare di avvicinarsi al record storico della Lazio di Sven Goran Eriksson. Correva infatti l’annata 2000/01 (campionato successivo allo Scudetto) quando i biancocelesti inanellavano da dicembre a febbraio sei trionfi di fila con Vicenza, Bari, Udinese, Fiorentina, Perugia e Brescia. Strano caso del destino: la striscia vincente fu interrotta proprio nel capoluogo emiliano a causa della sconfitta per 2-0, firmata Nervo e Signori. Gli eventi saranno ribaltati o il Bologna vestirà nuovamente i panni di guastafeste?