Lazio, Rambaudi: «Eccellenti le scelte di Inzaghi ma gli errori di mercato sono evidenti!»

© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Rambaudi è intervenuto ai microfoni di Radiosei per parlare del momento in casa Lazio

Importante vittoria della Lazio contro la Fiorentina. Per Roberto Rambaudi il segreto sta nell’atteggiamento mostrato per ampi tratti della partita dai biancocelesti. Queste le parole del classe ’66 ai microfoni di Radiosei:

DA GLASGOW A FIRENZE – «Io venerdì avevo detto di essere contento per la prestazione offerta dalla Lazio contro il Celtic e la vittoria di Firenze è figlia di quel match. L’atteggiamento a Glasgow era quello di non essere una squadra piatta come in altre circostanze, e ieri finalmente è arrivata una partita da Lazio. Se vedo giocare la squadra così, lo fa come il Manchester City, come il Barcellona, perché per mezz’ora ha mostrato grande calcio. Poi il problema è la continuità: il City lo fa per 90 minuti, la Lazio per 30, poi si piace troppo e stacca la spina per limiti dei suoi giocatori. La vittoria è meritata, ottenuta con caparbietà e tigna fino alla fine».

IL RIGORE DI CAICEDO – «Non mi è piaciuto il gesto da parte di Immobile di far tirare il rigore a un altro. Deve tirare Ciro, fare gol e basta. Conoscendo la Lazio e il momento un po’ storto può succedere che l’azione dopo prendi gol. Poi che fai?»

INZAGHI – «Quando si vince lo fa anche Inzaghi, così come quando si perde. Ieri mi è piaciuta la scelta riguardante Patric, significa che il ragazzo ha cercato nuovamente la fiducia dell’allenatore. Poi ha messo anche Lukaku. Questo però mi dice che l’allenatore e la società hanno errato il mercato, che è stato disastroso. Io attribuisco questo errore anche a Inzaghi», conclude così Rambaudi.