Lazio, Piscedda: «Il carattere non si può allenare. Immobile out? Caicedo non è Ciro…»

© foto www.imagephotoagency.it

Massimo Piscedda si è espresso sulle frequenze di Radiosei sul match di questa sera contro l’Europa League

L’ex Lazio Massimo Piscedda è intervenuto ai microfoni di Radiosei a qualche ora dal fischio d’inizio del match contro il Celtic. L’ex difensore si è espresso sulla sfida di questa sera in terra scozzese: «Il pubblico non gioca, non è il fattore che determina condizionamenti per i giocatori in senso positivo o negativo. Questa sera, la Lazio ha la possibilità di dimostrare che è all’altezza dal punto di vista del temperamento e dei ritmi. Mi aspetto una prestazione importante. Chi affronta la Lazio, sa che può andare in difficoltà quado i ritmi si alzano. Due terzi del suo centrocampo è tecnico, se tu alzi il ritmo e li aggredisci li metti in difficoltà. E’ un punto debole noto che gli avversari conoscono. Il carattere non è una qualità allenamente, la cosa importante è che ci sia volontà di aiutare la squadra. Nel calcio moderno chi gioca a centrocampo deve correre e fare le due fasi. La Lazio ha due centrocampisti bravi (Milinkovic e Luis Alberto, ndr), ma dal monopasso. Immobile out? Caicedo non è Immobile, questa è la sintesi. Chiaramente la panchina di Immobile è concordata, a me piacerebbe vederlo in campo».