martedì 27 Ottobre 2020

Lazio, Immobile: «La nostra vita è cambiata ma faccio il massimo da casa per rimanere in forma»

© foto As Roma 02/02/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Spal / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: esultanza gol Ciro Immobile

Lazio, Ciro Immobile ha risposto ad alcune domande in diretta Instagram condivisa con “ChiamarsiBomber”

Anche i calciatori sono costretti a casa e quindi quale miglior modo di interagire con i propri followers su Instagram se non con una diretta. Ciro Immobile l’ha fatta condividendola con la famosa pagina “ChiamarsiBomber”. Queste le sue risposte.

«È cambiata la vita di tutti noi, sono sempre a casa. Quando vado a fare la spesa vado solo, uso mascherina e guanti ma faccio in modo di non uscire tutti i giorni. Allenamento? Ho qualche elastico, peso, tapis-roulant, cerco di fare quello che di solito facciamo in campo, faccio il massimo. Ho il pallone della tripletta con la Sampdoria, mi metto a palleggiare. Alimentazione? Cerco di tenermi un po’, la sera un po’ più leggero, a pranzo insalata, un po’ di riso. Stasera però facciamo gli arrosticini».

ALLENAMENTO – «Cambia molto l’allenamento nelle nazioni? In Spagna, più o meno era uguale. Emery è un allenatore molto tattico, somiglia un po’ a Conte nelle preparazione della partita. Con Klopp era totalmente diverso, tutto palla, sempre in movimento, mai fermi. Mi ha dato tanto. Con Inzaghi è un po’ più all’italiana, ma punta anche tutto sulla palla, il giusto sulla tattica».

MAGLIE – «Maglie? Ho cercato sempre di cambiare le maglie con gli amici. Ho anche una collezione con tutte le mie maglie nelle varie stagioni. Cerco sempre di accontentare quelli che me lo chiedono, ma è praticamente impossibile. Con Messi mi piacerebbe scambiarla, con Ronaldo, invece, in una delle sue prime partite in Italia. Con Messi ci siamo incontrati anche con la Nazionale, ma lui non giocava, avevamo fatto una foto, gli avevo parlato del figlio, come mai l’avesse chiamato Ciro. Cantanti preferiti? Il mio preferito è Rocco Hunt, ma c’è una storia dietro. Ci siamo conosciuti quando nessuno ci conosceva, siamo cresciuti insieme».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy