Lazio, Curva Nord unico baluardo: emozioni vere in un calcio che non esiste più – VIDEO

Sandri curva nord lazio tifosi lazio-inter
© foto www.imagephotoagency.it

Emozioni vere in un calcio finto: il nostro sentito ringraziamento alla Curva Nord per il momento regalato sabato pomeriggio prima del derby Roma-Lazio

E così, mentre in campo va in scena il classico teatrino giallorosso, sugli spalti si concretizza l’ennesimo stupendo atto romantico della Curva Nord. Il derby di sabato infatti sarà ricordato per la fantastica scenografia dedicata a Gabriele Sandri, la cui morte è riuscita ad unire le tifoserie di tutta Italia. Un momento commovente perchè il bel gesto degli ultras è stato accompagnato, oltre che dagli applausi della parte di stadio romanista, dalla presenza della famiglia Sandri, vistosamente emozionata (come testimoniato dalle immagini televisive sotto proposte). Un momento rovinato purtroppo dalla mancata concessione ai familiari del ragazzo laziale di potersi recare sotto il settore. «Una scelta di ordine pubblico», è stata la giustificazione rilasciata dagli steward della Roma. Motivo che ha convinto i protagonisti ad abbandonare l’impianto una volta iniziato il match. La valutazione della società giallorossa lascia tutti a bocca aperta, come stupisce il fatto che pochi quotidiani e telegiornali nazionali abbiano dato risalto ad un evento così toccante. Probabilmente perchè Gabriele non era Anna Frank, forse perchè le lacrime di una madre non fanno notizia tanto quanto degli stupidi adesivi, oppure perchè sarebbero guai a parlare bene della Lazio. L’intento comunque non è di sollevare alcuna polemica, ma solo quello di tornare a ringraziare i ragazzi della curva per le emozioni vere che continuano a regalare in un calcio ormai finto all’inverosimile.