Lazio, Alia e Adamonis: «Soddisfatti di questo ritiro. Reina? Una leggenda»

marco-alia-primavera
© foto @Instagram

Lazio, le parole dei due giovani portieri Marius Adamonis e Marco Alia, sulle frequenze della radio ufficiale

Al termine della seduta d’allenamento pomeridiana, Marius Adamonis e Marco Alia sono intervenuti sulle frequenze di Lazio Style Radio. Ecco le parole dei due giovani portieri:

ADAMONIS – «Sono soddisfatto di come sia andato questo ritiro, mi ha fatto crescere molto. Mi sento speciale e fortunato a potermi allenare con Reina, uno dei miei idoli. Pepe con noi si rapporta bene e con umiltà, è un ottimo esempio.

Cerco di imparare in ogni allenamento, sono da tempo con la prima squadra e questo mi ha regalato anche esperienza. Il mio obiettivo personale adesso è lavorare duramente quest’anno con il preparatore Grigioni, uno dei migliori allenatori in assoluto. Mi dà tanti consigli ed è molto attento ai dettagli».

ALIA – «Sono soddisfatto di questo ritiro, è stato positivo. Lo scorso anno feci una sola settimana, in questo invece ho avuto modo di rimanere fino alla fine. I compagni di squadra sono fantastici, mi aiutano molto. Adesso ho più confidenza con tutti, mi trovo bene.

Strakosha è un ragazzo fantastico, umile e dedito al lavoro. Con lui ho un rapporto speciale, grazie anche alle nostre origini albanesi. Gli invidio molto l’approccio alla partita e l’abilità tecnica con i piedi. Devo dire però che mi trovo bene con tutti.

Reina? Pepe è una leggenda come portiere, ha fatto la storia. Può dare molto sia alla Lazio che a noi giovani. La differenza tra la prima squadra e la Primavera è la mentalità e la velocità di gioco, senza contare che hai a che fare con ragazzi di tutte le età».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy