Connettiti con noi

Campionato

L’annus horribilis di Senad Lulic: il capitano ha smesso di giocare il 5 febbraio al 71′

Pubblicato

su

L’annus horribilis di Senad Lulic: il capitano ha smesso di giocare il 5 febbraio al 71′

Un’annata che non ricorderà positivamente, a seguito di una fine di 2019 meravigliosa. Senad Lulic è ormai fuori causa da 10 mesi, un’infinità, e non è praticamente sceso in campo nell’anno solare 2020. Il capitano bosniaco della Lazio aveva siglato la rete decisiva contro la Juventus in occasione della Supercoppa italiana disputatasi e vinta a Riyad il 22 dicembre 2019, dopo aver propiziato con una delle sue tipiche sterzate il gol dell’iniziale vantaggio capitolini firmato Luis Alberto. Senad aveva stretto i denti nel girone di andata 2019/2020, saltando solo la partita del 18 gennaio 2020 contro la Sampdoria per somma di ammonizioni. Quella del 5 febbraio 2020 contro l’Hellas Verona è stata l’ultima partita del numero 19, sostituito da Inzaghi al minuto 71 del match. Da lì in poi Lulic ha perso 16 partite di campionato a seguito dell’operazione alla caviglia che lo ha costretto ai box. Per più del previsto. Infatti Lulic non è riuscito a svolgere la preparazione con la squadra e quando a fine novembre sembrava pronto a ricominciare a toccare il pallone si è nuovamente fermato. La Lazio stringerà i tempi per riaverlo a disposizione a partire dal nuovo anno: nella stagione 2020/21 il capitano biancoceleste non è stato inserito nelle liste per la Serie A e per la Champions League.