Provedel in zona mista: «Dobbiamo alzare l'asticella. Sul sorteggio Champions dico questo»
Connettiti con noi

Campionato

Provedel in zona mista: «Dobbiamo alzare l’asticella. Sul sorteggio Champions dico questo»

Pubblicato

su

Ivan Provedel, portiere della Lazio, ha analizzato la sconfitta contro l’Inter in zona mista: le sue dichiarazioni

Intervenuto in zona mista dopo Lazio-Inter, Ivan Provedel ha dichiarato:

«Non è che non siamo riusciti a reagire, il primo tempo è stato buono. Purtroppo non sufficientemente per chiuderlo in vantaggio e gli episodi hanno fatto la differenza, poi anche nel secondo tempo gli abbiamo concesso qualche ripartenza. Sono primi per un motivo. È un peccato che i due gol siano arrivati col nostro aiuto, non siamo stati impeccabili però io voglio sottolineare il fatto che comunque ci siamo, non ci siamo abbattuti. Molto rammaricati per il risultato, ma in questo momento nella nostra testa c’è solo il fatto di voler lavorare con la testa bassa e ottenere risultati per quello che ci serve. Come si esce da questo momento? Penso che l’unica cosa da fare sia quella di lavorare, testa bassa e cercare di fare del nostro meglio e cercare di alzare l’asticella di quello che è il nostro meglio. Senza farci condizionare da nulla e penso che solo così possano arrivare i risultati. Se siamo ambiziosi? Noi siamo ambiziosi, l’anno scorso abbiamo ottenuto un piazzamento importante, superando ogni aspettativa, per giocare la Champions che è un’esperienza bellissima ed è una cosa che vogliamo ripetere. Mi dispiace che possa passare il pensiero che siamo noi che non vogliamo ottenere risultati e essere nelle prime posizioni, ma in realtà è il contrario. Siamo i primi che ci restano male. Purtroppo abbiamo perso molti punti per strada, non è la sconfitta di oggi che deve segnare una stagione ma è quello che abbiamo lasciato nel percorso. Stiamo crescendo a livello di spirito e compattezza, purtroppo non è ancora sufficiente. Dobbiamo lavorare a testa bassa per ottenere risultati. Come mi spiego l’involuzione? Non te lo so dire, sicuramente manca qualcosa da parte nostra a livello di prestazione singola che poi vada a aiutare il collettivo perché io prendo troppi gol, filtriamo meno, riusciamo a seguire meno gli attaccanti che fanno fatica a segnare. Bisogna lavorare per migliorare perché probabilmente quello che stiamo facendo non è sufficiente. Gli avversari memori di quello che abbiamo fatto in precedenza, ci affrontano con un piglio ancora più importante. Sorteggio? L’urna è difficile che ti dia una mano, tutte le prime classificate se lo sono è perché sono fortissime. Chi arriva arriva, sarà la stessa cosa. Sarà una sfida affascinante, la Champions è uno stimolo a fare meglio».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.