Inzaghi: «Abbiamo giocato una gara perfetta. Adesso…»

formello inzaghi
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Simone Inzaghi dopo il match contro la Roma

Il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi ha parlato ai microfoni di Rai Sport al termine del derby di andata di Coppa Italia vinto dai suoi per 2-0. Ecco le sue parole: «Abbiamo fatto una perfetta perfetta. Abbiamo concesso poco, se non qualche cross e qualche deviazione. Avevamo solo due giorni per prepararla, i ragazzi sono stati straordinari che sono riusciti a farlo. Vedere la curva così stasera mi ha emozionato, me la sono goduta con i miei ragazzi e stasera stiamo bene così. Dovevamo fare la partita perfetta e così è stato. Ero sicuro che anche qualche giocatore che aveva giocato meno poteva darmi tanto. Lo hanno fatto sia Bastos che Lukaku. Io ho detto ai ragazzi che non dovevamo sbagliare l’approccio, nessuno ci ha regalato la semifinale, abbiamo battuto l’Inter e il Genoa, lo volevamo. Ora ci giochiamo il ritorno». Infine una breve battuta su Lukaku, autore di un’ottima prestazione: «Lukaku è un ragazzo che si è proposto bene, lavora tanto. ha perso tempo per un infortunio, ma lui è sempre disponibile. lavora, l’ho fatto giocare quando mi è servito. Sono fiducioso perchè non tradisce mai».

CONFERENZA – L’allenatore della Lazio ha parlato anche in conferenza stampa: «Siamo stati perfetti. L’abbiamo preparata bene, già domenica sera ci siamo riuniti con lo staff e abbiamo studiato Inter-Roma. Un applauso va ai ragazzi, non abbiamo concesso praticamente niente alla Roma. Penso che la vittoria della Lazio non faccia una piaga. Abbiamo avuto tutto, squadra compatta che sapeva cosa fare. Sappiamo che abbiamo vinto solo il primo round. Ci godiamo la vittoria perché ci mancava da tanto. Contento per i ragazzi e per i tifosi. Sapevo a cosa andavo incontro, conoscevo i giocatori. Sapevo che mi avrebbero seguito. Adesso stiamo andando bene, è giusto godersi questa vittoria ma dobbiamo ritornare a pensare  al campionato. Abbiamo trovato squadre che stanno andando come noi. Stasera abbiamo dimostrato che anche contro le grandi squadre possiamo vincere. Siamo consapevoli che quando pedaliamo così siamo fastidiosi per tutti quanti. E poi il 5 aprile ci sarà il secondo round. I tifosi sono stati straordinari. Leggevo che sarebbe stato un derby con poca gente, invece mi sono emozionato durante il riscaldamento. Quando ho visto la Curva non c’era un seggiolino vuoto. Non li potevamo deludere. Giusto che alla fine ci siamo stretti con loro». 

LAZIO STYLE – Poi ai microfoni di Lazio Style Channel Inzaghi ha aggiunto: «Trovare un migliore in campo stasera sarebbe problematico. Sono stati 23 leoni: sia chi ha giocato sia chi è subentrato sia chi è rimasto fuori, che sono certo sarebbe stato pronto come gli altri. Complimenti a tutti, aspettavamo da tanto questa vittoria. Se la meritava soprattutto la Curva. Io solo, senza il mio staff, non potrei fare nulla: ho tanti uomini che lavorano insieme a me. Farris, Cecchi, Allavena, Cerasaro, i preparatori Ripert, Fonte e Bianchini e il mitico preparatore dei portieri Grigioni: sono tutti sempre con me. Loro vivono le mie tensioni, percepiscono i miei umori, mi aiutano nelle scelte e per me sono importantissimi – riporta sslazio.it -. È la vittoria di tutti, del gruppo. I ragazzi lunedì e martedì si sono allenati in maniera straordinaria, abbiamo preparato bene la sfida. Stamattina ho chiesto un sacrificio ulteriore. Adesso godiamoci la vittoria, sapendo che il 5 aprile ci sarà il secondo round. Aspettavamo da tempo questa vittoria, è giusto godercela. I ragazzi sono stati bravissimi, ma non avevo dubbi. Bastos, de Vrij e Wallace, con gli aiuti degli esterni basta e Lukaku, sono stati eccezionali. In particolare, il belga si è sempre fatto trovare pronto; davanti ha due grandi giocatori come Lulic e Radu. Prima dell’infortunio subito in Nazionale, giocava spesso; nelle ultime gare ero tornato a impiegarlo con continuità. Giusto che anche lui si goda la vittoria, ma da domani inizieremo a pensare al Bologna. La nostra forza, l’ho sempre detto, è il gruppo. Lavoriamo quotidianamente, siamo tanti, qualcuno sa che sta fuori. Ho sempre scelto in tranquillità. Di volta in volta schiero la formazione che considero migliore. Il video di Nainggolan non girava nello spogliatoio. I ragazzi hanno guardato solo i filmati delle prestazioni della Roma a San Siro contro l’Inter e a Villareal, che era la difesa meno battuta della Liga. I ragazzi hanno preparato la gara nel migliore dei modi», conclude Inzaghi.