Immobile a caccia di record: a Marsiglia per sfatare il tabù della centesima presenza

nazionale
© foto www.imagephotoagency.it

Immobile contro la maledizione della centesima presenza. Quella che lui potrà giocare giovedì e che portò sfortuna a quasi tutti i bomber

Immobile a caccia dell’ennesimo record. Giovedì, al Velodrome, il bomber campano potrà centrare la sua centesima presenza con l’aquila sul petto. La numero 100, se si guarda ai bomber che l’hanno preceduto, non ha portato fortuna in casa Lazio. Unica eccezione? Chinaglia. Attualmente ‘Ciruzzo’ ha siglato 74 gol in 99 incontri, esattamente come Signori e solo uno in meno di Piola. Se nella classifica assoluta il centravanti della Lazio è settimo, dopo aver staccato Bernardini, come media-gol è già davanti a tutti: 0,747 reti a partita per Re Ciro, seguito rispettivamente da Crespo, Signori e lo stesso Piola.

LA CENTESIMA – La centesima presenza con la Lazio – riporta il Corriere della Sera – non fu benevola con Piola che rimase a secco nel match, vinto 3 ad 1, contro il Bari. Per non parlare di Puccinelli, che raggiunta la tripla cifra, si mangiò clamorosamente un gol nella gara contro l’Inter. Giordano perse a Firenze nel 1978, Signori non diede il suo contributo nella partita contro il Cagliari del 1995. Infine, Tommaso Rocchi – nella sua gara numero cento – venne espulso contro il Livorno.

IMMOBILE – Adesso tocca ad Immobile. A Marsiglia, se schierato da mister Inzaghi, il capocannoniere della Serie A dovrà sfatare un tabù che dura da troppi anni in casa biancoceleste. L’avversario evoca senz’altro dolci ricordi, perlomeno allo stesso allenatore biancoceleste che siglò, nel 2000, ben quattro gol ai francesi.

Articolo precedente
Marsiglia-Lazio, Cana: «Il mio cuore è diviso a metà, ma per i francesi…»
Prossimo articolo
Calendario Serie A, la Lazio sorride: dopo l’Inter cammino in discesa – FOTO