Hoedt: «Il mio orgoglio mi ha portato lontano. Alla Juventus? Sono dei maestri…»

© foto www.imagephotoagency.it

Wesley Hoedt, impegnato con la Nazionale olandese, ha commentato il suo arrivo a Roma e l’esperienza in Serie A ai microfoni di ‘de Volkskrant’

Wesley Hoedt, dopo esser stato protagonista di una stagione positiva con la maglia della Lazio, si è conquistato un posto in Nazionale, formando la coppia di centrali difensivi con De Vrij. Stasera la ‘sua’ Olanda sarà impegnata nel match contro il Lussemburgo a Rotterdam. Ai microfoni di ‘de Volkskrant’, il giocatore biancoceleste ha spiegato: «Il mio orgoglio mi ha portato lontano. Quando sono arrivato in Italia, tanti mi dicevano ‘E’ troppo presto’: l’ho letto e sentito dappertutto. Non avevo 16 anni, ne avevo 21. Avevo il cuore in gola: poteva essere la mia trappola, ma anche la mia forza. Quando ti esponi, poi sei sotto pressione per raggiungere il tuo obiettivo. Serie A? Si difende in modo intelligente, perfino stando in punta di piedi. Alla Juventus sono dei maestri. In Italia per loro c’è grandissimo rispetto. Ho già programmato tutta la mia estate con i personal trainer».

Articolo precedente
de vrijCalciomercato Lazio: Keita e De Vrij, si rischia lo stallo
Prossimo articolo
jesus navasCalciomercato Lazio, tentativo per Jesus Navas: le cifre