Gregucci: «Doveroso terminare il campionato, purchè in sicurezza»

© foto www.imagephotoagency.it

Gregucci, ex giocatore della Lazio, è intervenuto a Radio Incontro Olympia per commentare le possibilità di riprendere a giocare

L’ex Lazio Gregucci è stato raggiunto dai microfoni di Radio Incontro Olympia, queste le sue parole: «Ripresa dei giochi? Con i miei calciatori stavamo cominciando a prepararci. La tecnologia ci sta aiutando molto, così come i preparatori. Vedremo quando nelle categorie minori si potrà riprendere. Non credo che il Paese, sotto il punto di vista del calcio, non stia facendo una bella figura. Troppi interessi in ballo, lasciamo da parte le dichiarazioni. L’ultima parole spetta a chi è competente in materia di salute. Una situazione così non si è mai vista, il resto d’Europa nemmeno ha capito come fare. La Lazio ha interesse a riprendere, il Brescia meno ad esempio. A parer mio terminare il campionato è doveroso. Anche se sarà d’estate, pur che sarà presente la sicurezza».

Poi un elogio ad uno dei grandi giocatori del passato biancoceleste: «D’Amico, in campo, era imbattibile. Un artista del pallone. Chissà uno come lui dove si collocherebbe oggi. Io lo farei giocare libero per il campo, alcuni calciatori devono essere liberi d’inventare perchè vanno bene gli schemi, ma l’estro deve avere ancora spazio. Pensate che D’Amico ha vinto lo scudetto ma non ha potuto giocare la Champions League. Un evento più unico che raro».