Grassani: «Caso Juve? Sono perplesso ma la FIGC è convinta di una cosa»
Connettiti con noi

Hanno Detto

Grassani: «Caso Juve? Sono perplesso ma la FIGC è convinta di una cosa»

Pubblicato

su

Grassani: «Caso Juve? La Procura FIGC pensa di aver trovato la pistola fumante». Le dichiarazioni del legale del Napoli

Mattia Grassani, legale del Napoli, commenta così al Corriere dello Sport la richiesta di riapertura del caso plusvalenze da parte della Procura FIGC.

LA PISTOLA FUMANTE – «Rispetto al procedimento originario, che si concluse con il proscioglimento di tutti i deferiti, mancano Napoli e Chievo, così come i loro dirigenti, perché le operazioni contestate ai due club non interessavano la Juventus. Dovranno tornare invece alla sbarra tutti i club e i dirigenti che hanno fatto affari con i bianconeri, e dunque Sampdoria, Pro Vercelli, Genoa, Parma, Pisa, Empoli, Pescara, oltre al Novara che ha cessato l’attività. Per quanto riguarda il contenuto, nella sostanza le contestazioni sono le medesime: l’elemento di novità è che la procura federale a fronte delle due decisioni precedenti, di proscioglimento di tutti gli incolpati sul presupposto dell’inesistenza di criteri oggettivi per la valutazione dei calciatori ritiene di aver rinvenuto la cosiddetta “pistola fumante”, ovvero la prova che i valori attribuiti ai giocatori non fossero ancorati esclusivamente a valutazioni tecnico-sportive, ma as- solvessero alla finalità di “aggiustare” i bilanci. La “pistola fumante” consiste, ovviamente, nelle intercettazioni telefoniche e ambientali captate dalla procura della Repubblica di Torino e trasferite all’organo inquirente federale, nonché in alcuni documenti rinvenuti in occasione degli accessi presso gli uffici del club bianconero.

RIGETTO DEL RICORSO – «Personalmente, da una prima lettura del ricorso, sono molto perplesso rispetto alla sussistenza delle condizioni necessarie previste dall’art. 63 del Codice di Giustizia Sportiva affinché possa promuoversi un giudizio per revocazione che, per definizione, costituisce un mezzo di impugnazione straordinario. Sarà certamente una bella battaglia in aula in punto di diritto».

Copyright 2023 © riproduzione riservata Lazio News 24 - Registro Stampa Tribunale di Torino n. 46 del 07/09/2021 Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sport Review s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.