Gentiletti: “E’ cambiata la nostra mentalità. Il rientro? Sono sempre disponibile ad aiutare la squadra”

© foto www.imagephotoagency.it

Al termine del match vinto contro il Palermo ai microfoni di Lazio Style Channel è intervenuto Santiago Gentiletti: “Abbiamo fatto una buona partita, era importante vincere dopo il derby. Inzaghi? Abbiamo cambiato poco rispetto a Pioli. E’ cambiata forse la mentalità. Il mister si è messo a disposizione della squadra, la squadra a disposizione dell’allenatore. Il rientro? Sono contento di essere riuscito a stare in campo per 90 minuti, sono sempre disponibile ad aiutare la squadra. Mi sono trovato bene con Bisevac. Timore per i petardi? No, capisco i tifosi del Palermo, non stanno passando un momento facile”.

Il difensore argentino ha parlato anche in zona mista: “Abbiamo fatto una buona partita, aver vinto dopo il derby è stato importante. Simone è venuto con la voglia di vincere e noi abbiamo fatto una buona partita. La testa è tutto e mantenere questo atteggiamento non è sempre facile. Inzaghi a Norcia ci ha detto di stare tranquilli e di pensare solo a fare bene. Ha fatto un lavoro psicologico, abbiamo parlato tanto in settimana. La mia condizione fiisica? Io mi metto sempre a disposizione, poi la scelta spetta all’allenatore. Tutti dobbiamo pensare a dare il massimo in campo. Mi sento bene, sono in forma e credo di poterle giocare tutte le partite fino alla fine. Io non ho mai detto di non voler restare. Sono state dette tante cose anche sul mio ginocchio, ma sono tutte voci inventate”. Sul sesto posto: “Non salva la stagione, perché oramai abbiamo fatto male. Ma da qui alla fine dobbiamo vincerle tutte”. Sul confronto con i tifosi a Norcia: “Loro hanno esposto le loro ragioni e noi gli abbiamo risposto. Il tifoso va sempre rispettato, hanno fatto bene ad esprimere le loro idee”.